Siti, social network e elenchi online spesso consentono di risalire ai titolari delle utenze sconosciute

Come rintracciare un numero sconosciuto che figura tra le chiamate perse sul telefono cellulare senza richiamarlo? La risposta è internet. Con un connessione dati si possono percorrere varie strade. La prima è la semplice digitazione del numero in questione sul motore di ricerca. Nonostante per la telefonia mobile non esistano degli elenchi come per quella fissa, spesso le utenze vengono messe online attraverso siti internet, pagine social, blog e pertanto sono facilmente rintracciabili.
Tra i social network, la principale fonte di utenze telefoniche è Facebook, che da la possibilità agli utenti di associare il proprio account al numero di telefono. Spuntando determinate opzioni legate alla privacy l’utenza diventa pubblica e quindi digitando il numero sulla barra di ricerca si può risalire a nome e cognome dell’intestatario.
Vi sono poi gli elenchi collaborativi e gli elenchi volontari. Si tratta di database creati dagli stessi utenti per condividere le informazioni relative a un determinato numero. Nel primo caso spesso le segnalazioni riguardano utenze utilizzate a fini pubblicitari e consentono di mettersi al riparo da iniziative di marketing aggressivo; siti come chi-chiama.it o tellows.it consentono di immettere il numero in una finestra di ricerca e, se presente nell’archivio, si comparirà una scheda ad esso dedicata con i commenti lasciati dagli altri utenti.
Gli elenchi volontari, invece, hanno più semplicemente l’obiettivo di rendere pubblica la propria utenza come in un normale elenco telefonico e come tali richiedono in genere (Jamino.com, Dive3000.com), la registrazione dei dati personali da associare al numero. Per quanto riguarda quest’ultima tipologia, oggi esistono anche delle app (‘Truecaller’) scaricabili sui sistemi operativi più comuni per cellulare.

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui