Monopoli, diciassettenne, muore dopo essere stato curato per un’otite. Ora la procura di Bari indaga sui presunti responsabili

Giulio Vitti, è il nome del ragazzo di soli diciassette anni che lo scorso 19 agosto ha perso la vita, a causa di una crisi respiratoria, mentre si trovava nel bagno di casa.

Qualche giorno prima – come riportato dal quotidiano La Repubblica – il minore sarebbe stato accompagnato in Ospedale per febbre alta e un’otite che stava curando con antibiotici; dopo la visita era stato dimesso con una cura antinfiammatoria.

Ma domenica scorsa, Giulio non ce l’ha fatta. Da quanto raccontato dai genitori, il decesso si sarebbe verificato a causa di una crisi respiratoria mentre il ragazzo si stava facendo una doccia; diventato ormai cianotico sarebbe stato immediatamente traportato in Ospedale ma ormai, il giovane ragazzo era già senza vita.

In attesa dei risultati dell’autopsia, necessari per capire quali siano state le cause del decesso, la Procura di Bari ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. Sarebbero stati iscritti al registro degli indagati il medico del Pronto Soccorso e l’otorino che venerdì 17, all’arrivo del minore all’Ospedale di Monopoli, lo avrebbero dimesso, dopo la visita.

Leggi anche:

MORTO DOPO UN BENDAGGIO GASTRICO, TRE MEDICI INDAGATI A BARI

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui