L’Associazione OISMA propone dei laboratori di espressione della neurodiversità  dedicati a giovani e meno giovani che rientrano nello spettro autistico

Sebbene lo spettro autistico abbracci tante diverse sfumature, una caratteristica comune alle diverse forme di autismo è la difficoltà a socializzare e nelle interazioni sociali.

C’è chi non sa come iniziare una conversazione, c’è chi è troppo logorroico, c’è chi parlerebbe solo dello stesso argomento per ore… Tali difficoltà nascono da una non capacità a socializzare dei soggetti autistici, non da una mancata volontà come spesso si crede.

Talvolta, paradossalmente, anche il trattamento di questi soggetti, anziché rompere l’isolamento, lo accentua, proponendo riabilitazioni individuali e che non puntano a fare del legame sociale. Proprio in un’ottica di socializzazione e legame, nascono i laboratori promossi dall’ associazione OISMA che mirano alla neurodiversità senza però limitarla e ghettizzarla.

I laboratori rappresentano un’occasione di espressione della neurodiversità ma anche di conoscenza della stessa: sono aperti, infatti, a chiunque sia interessato al fumetto e alla fotografia. Fumetto e fotografia saranno i mezzi tramite cui esprimere se stessi ed entrare in interazione con gli altri.

Tali laboratori si svolgeranno in provincia di Salerno e si divideranno per fasce di età: 7-10 anni, 13-17 anni, dai 18 in su.

laboratoriCome Associazione OISMA, siamo particolarmente orgogliosi di riuscire a proporre uno spazio non solo per i piccoli di età ed adolescenti, ma anche per i giovani. Se sin dall’infanzia, infatti, gli autistici hanno voglia di socializzare senza risultati, tale problematica si acuisce col diventare giovani e poi adulti, assumendo talvolta, toni drammatici.

Il laboratorio di fumetto metterà alla prova questi ragazzi e la loro creatività, tra carta, colori e matite si lascerà che ciascuno crei senza vincoli, dando spazio e voce a ciò che è interno, senza forma. Il laboratorio di fotografia, invece, prevede la “costruzione” di un calendario in cui, tramite i 12 mesi dell’anno, si raccontino 12 sfumature della neuro diversità. Saranno i ragazzi a scegliere le sfumature da far emergere all’esterno, immagini che in un sol colpo narrino un aspetto dell’autismo, della sindrome di Asperger, dell’iperattività.

 

Chiunque si voglia aggiungere a questa iniziativa può o scrivere una mail a info@oisma.it.

La presidente

Dott.ssa Rosaria Ferrara

Il Vicepresidente

Prof. Gianni Carbone

 

Leggi anche:

SINDROME DI ASPERGER, STORIE DI GIOVANI IGNORATI

 

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui