Questo è quello che affermò una mia paziente quando si presentò da me. Colgo l’occasione per raccontarvi una parte della sua storia e di spiegarvi come mai a volte i problemi che possono sembrarci più sciocco e meno invasivo ma può nascondere molti significati e spiegazioni. 

memoria-cognitiva-responsabile-civile

Infatti, chiunque nella vita ha avuto la possibilità di avvertire un piccolo mancamento di memoria e un momento dove aveva l’impressione di non ricordare piccole cose soprattutto durante la giornata; o scordarsi degli oggetti nelle zone più strane e nascoste di casa. Il più famoso riguarda le nostre chiavi. Molto spesso questo può essere fastidioso per le persone e potrebbe essere indice di qualche problema.

La Memoria, Le Memorie – Per spiegarmi di cosa stiamo parlando; la memoria, anzi le memorie, sono un sistema complesso che nel nostro cervello ha molte sedi, anche se negli ultimi anni gli studi di «Resting State» hanno affermato che la posizione delle funzioni del cervello è composta da una complessa rete di zone cerebrali.

Per poter parlare del problema della nostra paziente dobbiamo distinguere i problemi di memoria. Infatti, esistono dei fenomeni che prendono il nome di dimenticanze, queste sono dei piccoli vuoti di memoria che possono essere caratteristici di altre problematiche; più Psicologiche che Neurologiche. La memoria a livello Neurologico e Neuropsicologico si divide approssimativamente in tre grandi contenitori: Memoria a breve termine (MBT); Memoria a Lungo Termine (MLT); Working Memory (WM). Ognuno di questi serve a noi per varie funzioni, non solo quelle di ricordare.

La memoria a breve termine ha l’utilità solo di farci ricordare un numero di telefono per pochi secondi in modo da poterlo leggere e digitare sul vostro cellulare ma anche a gestire la posizione di oggetti in movimento. Ad esempio, se io vi tirassi una palla e voi dovesse prenderla avreste bisogno di lei (MBT) per ricordarvi da dove è stata lanciata ed indicare al vostro corpo la posizione più consona da assumere per prenderla al volo. Il fatto stesso di poter tenere a mente un piccolo elemento, vi consente di organizzare varie sequenze e schemi comportamentali. Per spiegarvi cosa è la Working Memory mi servirò di un esempi.

Quando ci troviamo davanti ad una porta o ad un barattolo è lei, la WM che ci consente di ricordare come si esegue un movimento e di utilizzare degli strumenti che ci consentono di risolvere il rompicapo che può essere racchiuso in una domanda: come si fa? Ritorniamo ora alla mia paziente, lei aveva 51 anni e in quel periodo aveva una storia medica al quanto altalenante.

Colloquio e Psicopatologia – Decisi dopo un approfondito colloquio che era un problema di pertinenza Neuro-Cognitiva, il che non è raro in una paziente, anche se giovane. Bisognava verificare ciò che lei mi diceva con degli strumenti adeguati come dei test specifici. Utilizzai 2 batterie incrociate di test per poter poi scoprire che non solo esisteva un leggero problema di memoria a breve termine e che questo era presente insieme ad un problema di attenzione e che la situazione era di tipo degenerativo. Purtroppo, nonostante sia un problema neurologico, in una fase così iniziale nessun protocollo medico prevede l’utilizzo di farmaci e generalmente si attende qualche anno che la situazione peggiori prima di iniziare.

Training Neuro-Cognitivo – Capire da subito questi problemi consenti alla signora di iniziare un trattamento di tipo riabilitativo e di poter certificare il danno progressivo quando sarebbe stato più invalidante. Questi disordini portano infatti al declino della memoria e a ciò che impropriamente e genericamente viene chiamato “Alzheimer” (del perché non si può chiamare così lo spiegherò in un’altra sessione). Infatti il training Neuro-Cognitivo in queste situazioni rallenta la progressione e permette di allungare la fase iniziale arrivando alla necessità di trattamenti farmacologici dopo tempo.

Dr. Adriano R. Principe

Psicologo

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui