Continuano le aggressioni in ospedale ai danni di medici e infermieri. La vittima stavolta è un cardiologo del Cardarelli, percosso con violenza dal marito di una paziente.

Un cardiologo dell’ospedale Cardarelli di Napoli è stato violentemente aggredito a pugni in faccia dal marito di una paziente. L’ennesimo episodio di violenza, avvenuto oggi intorno alle 10, fa salire così a 41 i casi da inizio anno di violenza contro i camici bianchi.

Un’escalation inarrestabile di aggressioni che sembra non trovare sosta, e che preoccupa tanto i sanitari quanto le strutture ospedaliere che non sanno più come fronteggiare questa autentica emergenza.

Il cardiologo, 61 anni, ha riportato diverse contusioni e un labbro spaccato, conseguenze dei pugni in faccia.

Tutto è iniziato nell’ambulatorio cardiologico dell’ospedale Cardarelli durante una delle visite che il dottore stava eseguendo su una paziente accompagnata dal marito.

Il professionista, infatti, ha prescritto alla signora un esame di approfondimento diagnostico non urgente, da prenotare, e a quel punto il marito della donna avrebbe preteso di eseguirlo subito.

Da lì sono iniziate prima le minacce, alle quali sono seguiti i pugni in faccia e le percosse. Il tutto davanti ai pazienti e tra le mura dell’ambulatorio dove si è scatenata la furia dell’uomo.

Il cardiologo è stato quindi assistito al pronto soccorso della cittadella ospedaliera Cardarelli per traumatismo facciale e del naso.

Subito dopo, il medico ha provveduto a denunciare l’accaduto alla polizia.

Immediate sono arrivate le manifestazioni di solidarietà da parte del manager Ciro Verdoliva.

Negli scorsi giorni c’era stato, proprio all’ospedale Cardarelli, un flash mob per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno delle aggressioni in corsia.

Ma la violenza contro medici e infermieri ancora non si placa.

 

Leggi anche:

INFERMIERI AGGREDITI CON CALCI E PUGNI DA PAZIENTE IN STATO DI EBBREZZA

AGGRESSIONE IN OSPEDALE, MORTE CEREBRALE PER LA VITTIMA

DISTRUGGE LA SALA DI RIANIMAZIONE, PANICO ALL’OSPEDALE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui