I navigator agiranno a supporto dei centri per l’impiego aiutando i percettori del reddito di cittadinanza a trovare lavoro

E’ stato pubblicato sul sito dell’Anpal Servizi l’avviso per iscriversi alla selezione dei 3000 navigator per il reddito di cittadinanza. Dalle ore 10 di ieri  e fino  alle 12 dell’8 maggio, sarà possibile candidarsi esclusivamente per via telematica. A tal fine gli interessati devono munirsi del Pin Inps o dello SPID (Sintema Pubblico di Identità Digitale). Gli incarichi di collaborazione dureranno fino ad aprile 2021 ed è previsto un compenso di  27.338,76 euro lordi annui. A questi si aggiungono 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l’espletamento dell’incarico.
 
Per accedere alla selezione, i candidati devono essere in possesso di una laurea magistrale nelle discipline elencate nel bando. Tra queste: economia, scienze politiche, sociologia e psicologia. Nella domanda dovrà essere specificata la provincia per la quale ci si intende candidare e non sarà possibile presentare più di una candidatura. Per ciascuna provincia, il bando fissa un numero definito di Navigator.
Alla selezione saranno ammessi al massimo 20 candidato per ogni posto ricercato. L’ordine verrà stabilito “in ragione del miglior voto di laurea” e in caso di parità verrà preferito il candidato più giovane di età. La procedura d’esame per i selezionati si svolgerà sulla base di distinte sessioni d’esame “anche al fine di garantire la correttezza e il buon andamento della selezione”.

La prova di selezione consiste in un test con domanda a risposta multipla costituito da 100 domande.

Nello specifico, sono previsti 10 quesiti di cultura generale, 10 quesiti psicoattitudinali, 10 quesiti di logica, 10 quesiti di informatica,10 quesiti sui modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro e 10 quesiti sul reddito di cittadinanza. Infine, 10 quesiti sulla disciplina dei contratti di lavoro, 10 quesiti sul sistema di istruzione e formazione, 10 quesiti sulla regolamentazione del mercato del lavoro, 10 quesiti di economia aziendale. Il tempo complessivo a disposizione sarà di 100 minuti.
Intanto l’Inps fa sapere che sono state elaborate le prime le prime 681.736 domande di reddito di cittadinanza arrivate dai nuclei familiari.SI tratta dell’85% del totale delle istanze (806mila) pervenute all’Istituto al 31 marzo. Di queste, 488.337 i (72%) sono state accolte, mentre 186.971 (27%) sono state respinte; 6.428 istanze (1%) sono in evidenza perché è necessaria un’ulteriore attività istruttoria. Delle domande residue, circa 44mila saranno definite entro questa settimana. Le ulteriori 80mila sono domande presentate insieme al modello Rdc/Com per comunicare la variazione di redditi da attività lavorativa rispetto all’Isee, che saranno lavorate entro la fine del mese di aprile.
 
Leggi anche:
OPZIONE DONNA E QUOTA 100, PUBBLICATE LE CIRCOLARI APPLICATIVE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui