Prorogato dal MIUR il termine di presentazione della certificazione linguistica per i candidati stranieri alle specializzazioni mediche. Ma l’AMSI chiede uno slittamento al 1 novembre

“Ai fini della partecipazione al concorso di ammissione dei medici alle Scuole di specializzazione di area sanitaria per l’A.A. 2018/2019 di cui al bando n. 859/2019, il termine per la presentazione da parte dei candidati di cui all’articolo 4, commi 3, 4 e 5  del medesimo bando, della certificazione attestante la conoscenza della lingua italiana corrispondente al livello C1 di cui al richiamato articolo 4, è prorogato all’8 luglio 2019”. E’ quanto disposto da un decreto del MIUR in relazione ai requisiti di accesso alle specializzazioni mediche previsti per i cittadini stranieri comunitari ed extracomunitari.
Per gli stessi cittadini il provvedimento dispone anche  che il possesso di una laurea conseguita presso un Ateneo italiano equivale, secondo le disposizioni che attengono il Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue di cui al richiamato articolo 4, al possesso del certificato attestante la conoscenza della lingua italiana corrispondente al livello C1 di cui al medesimo articolo 4.

“Il termine di scadenza dell’8 luglio per presentare un’autocertificazione attestante il conseguimento dell’esame Livello C1 del Quadro Comune Europeo delle Lingue (Qcer) non è idoneo ad ottenere il certificato corrispondente al livello della Lingua C1”.

A sottolinearlo è Foad Aodi, Fondatore dell’Amsi (Associazione medici di origine straniera in Italia), il quale ha comunque ringraziato il Ministero Bussetti e il Vice Ministro Fioramonti del Miur per la tempestiva nota riguardo l’art 4 commi 3,4,5 del bando di concorso n. 859/2019, nonché il Presidente della Commissione Sanità del Senato Pierpaolo Sileri, la Fnomceo e l’Ordine dei Medici di Roma per il lavoro svolto a favore del diritto dello studio.
Gli enti a livello nazionale, secondo Aodi, avrebbero una tempistica di rilascio del certificato che supera i 30 giorni lavorativi dalla data dell’effettuarsi dell’esame. “Pertanto – prosegue conclude – alla luce di quanto detto, a nome di tutti i laureati all’estero si chiede di prorogare il termine per la presentazione da parte dei candidati della certificazione linguistica al 1 novembre”.
 
Leggi anche:
SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA SANITARIA, PUBBLICATO IL BANDO

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui