Un intervento straordinario è stato effettuato grazie agli organi provenienti da un’unica donatrice: tre trapianti su 3 donne a Natale

Tre trapianti su 3 donne a Natale: questo lo straordinario intervento effettuato all’Ospedale “Le Molinette” di Torino tra il 24 e il 25 di dicembre.
A salvare le tre pazienti è stata un’unica donatrice, una donna di 48 anni morta di emorragia cerebrale all’ospedale Maria Vittoria, a Torino. Le tre donne sono state salvate fra il 24 e il 25 dicembre a Torino grazie al trapianto di organi.
I tre trapianti su 3 donne a Natale sono consistiti in due polmoni, un combinato fegato-rene e un altro rene.

I polmoni sono stati trapiantati su una paziente di 52 anni affetta da Bpco (bronco pneumopatia cronico ostruttiva).

L’intervento, durato circa cinque ore, è stato eseguito dall’equipe di Mauro Rinaldi e – come spiegano in ospedale – è “tecnicamente riuscito”. La donna è ora in terapia intensiva cardiochirurgica.
Quanto al trapianto combinato fegato-rene, questo è stato effettuato su una cinquantanovenne affetta da epatopatia policistica. L’operazione si è articolata in due fasi. La prima fase, sul fegato, è stata a cura dell’equipe di Mauro Salizzoni.
Nel corso della seconda fase è entrata in azione la squadra di urologi di Paolo Gontero e quella dei chirurghi vascolari di Maurizio Merlo coadiuvati dai nefrologi di Luigi Biancone. Il duplice intervento, tecnicamente riuscito, ha richiesto sette ore.
La paziente è stata poi trasportata nel reparto di terapia intensiva diretto da Pier Paolo Donadio.

La maratona della Città della Salute di Torino, coordinata dal Centro regionale trapianti diretto da Antonio Amoroso, è poi proseguita il giorno di Natale, quando il secondo rene è stato trapiantato su una donna di 44 anni affetta da glomerosclerosi. L’intervento, durato 4 ore ad opera delle medesime equipe del rene precedente, è tecnicamente riuscito.

Adesso la donna si trova nella terapia intensiva dei trapianti renali.
Le cornee e la cute della donatrice, invece, sono a disposizione delle relative banche dei tessuti e potranno salvare altre persone.
Tuti gli interventi sono stati effettuati all’ospedale Molinette. “Un vero miracolo del Natale”, hanno commentato nell’azienda sanitaria.
 
 
 
 
Leggi anche:
SORDA TORNA A SENTIRE: SUCCESSO ALL’OSPEDALE MAGGIORE DI PARMA
 

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui