Ma si rivedano i vincoli sulla spesa, sulla dotazione del personale e si inserisca adeguata previsione di spesa per il rinnovo dei contratti

La Commissione Affari Sociali della Camera ha dato il via libera al Documento di economia e finanza varato nei giorni scorsi dal Consiglio dei Ministri. All’interno del parere favorevole, tuttavia, trovano spazio alcune osservazioni relative, in particolare, i temi riguardanti il personale sanitario e l’utilizzo dei finanziamenti relativi al welfare da parte delle Regioni.
I deputati della XII Commissione chiedono, nello specifico, che vengano rivisti gli attuali vincoli sulla spesa e sulla dotazione del personale nel settore sanitario, introducendo elementi di graduale flessibilità, a partire dal superamento del tetto di spesa, in modo da favorire lo sblocco del turn over, dal momento che la riduzione del personale sta mettendo concretamente a rischio l’erogazione delle prestazioni previste dai livelli essenziali di assistenza (LEA).
Si segnala, poi, l’esigenza di inserire un’adeguata previsione della spesa sanitaria in relazione agli improcrastinabili rinnovi contrattuali nel settore sanitario, anche in conseguenza della disposizione recata dalla legge di bilancio 2017, che vincola a tale scopo una quota del Fondo sanitario nazionale
Per quanto riguarda il welfare il documento sottolinea la necessità di prevedere un meccanismo che, pur nel rispetto della ripartizione di competenze tra Stato e Regioni, preservi la consistenza e l’effettivo utilizzo dei Fondi relativi al welfare da parte delle Regioni.

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui