Dopo la pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale sarà operativo l’obbligo di installazione dei dispositivi antiabbandono sui seggiolini per i bambini di età inferiore ai 4 anni

La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato il decreto attuativo dell’articolo 172 del Nuovo codice della strada che prevede l’obbligo di installazione dei dispositivi antiabbandono sui seggiolini per i bambini di età inferiore ai 4 anni.

La legge, approvata nel 2018, ha acquisito  il parere favorevole dalla Commissione Europea e il via libera del Consiglio di Stato. L’obbligo, dunque, diventerà operativo dal momento della pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale, prevista nei prossimi giorni.

I seggiolini saranno dotati di un sistema di allarme che, connesso allo smartphone, ricorderà al guidatore tramite un segnale sonoro, della presenza del piccolo passeggero a bordo, prima che lo stesso guidatore esca dal veicolo.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti fa sapere che sono allo studio le modalità per attuare l’agevolazione fiscale prevista per favorirne l’acquisto ed incrementare le relative risorse.

Il tutto tenendo conto dell’importanza di questi dispositivi, volti a scongiurare eventi tragici come quelli accaduti negli ultimi anni. Da ultimo, il caso del bimbo di due morto a Catania appena poche settimane fa, dopo che il padre lo aveva dimenticato in auto per oltre cinque ore, recandosi al lavoro senza lasciare il piccolo all’asilo.

Nel nostro Paese, sono 9 i piccoli morti negli ultimi 20 anni perché lasciati in auto. Casi rari, che tuttavia la nuova normativa punta ad azzerare.

Unanime il coro di approvazione da parte del mondo politico. “Nessun trionfalismo – afferma Deborah Bergamini, di Forza Italia, vicepresidente della Commissione Trasporti alla Camera – per le piccole vite perse durante questo iter lungo e complesso, ma soddisfazione per l’atto conclusivo di un provvedimento che vede anni di strenue battaglie da parte nostra”. Sulla stessa linea anche il PD, secondo cui “la ministra ha dato il via libera a una norma di civiltà”.

Leggi anche:

DIMENTICATO IN AUTO DAL PADRE, MUORE BIMBO DI DUE ANNI A CATANIA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui