Nel DL Milleproroghe è previsto, tra l’altro, l’incremento annuale dei fondi contrattuali destinato a retribuire il lavoro notturno e festivo e le aspirazioni di carriera

“Una salutare iniezione di risorse a favore della Dirigenza medica, sanitaria, veterinaria e delle professioni sanitarie”. E’ quanto prevede – secondo l’Anaao Assomed – il DL Milleproroghe varato dal Governo e in attesa della conversione in legge. Il provvedimento stabilisce, tra l’altro, l’incremento annuale dei fondi contrattuali destinato a retribuire il lavoro notturno e festivo e le aspirazioni di carriera.

 “Un’altra delle buone notizie – commenta il segretario generale dell’Associazione, Carlo Palermo – che il 2019, ormai alla fine, ha portato al Servizio Sanitario Nazionale quale migliore risposta all’esodo di massa che, insieme con i problemi demografici, sta svuotando le corsie ospedaliere di energie e intelligenze, giovanili e non, regalando talenti professionali e dilapidando quanto speso in formazione”.

Per l’Anaao, il DL affronta la questione “del grave impoverimento di quel capitale umano che, in questi anni difficili, ha continuato a garantire, nonostante tutto, la esigibilità del diritto alla salute dei cittadini”.

Il tutto dopo che la Legge di Bilancio 2020 “ha invertito un decennale trend di de-finanziamento della sanità pubblica”, attraverso 7,5 mld di incremento della dote a disposizione delle Regioni” –

Proprio il capitale umano, infatti, con l’alibi della  crisi economica, “ha rappresentato il bersaglio privilegiato per quanti hanno mirato solo a pagarlo al massimo ribasso, incuranti della gravosità e della rischiosità del lavoro che svolge”.

 “Avremo tempo per valutare la portata della misura introdotta dal Milleproroghe e vigilare per la sua puntuale conversione in legge” afferma Palermo, che sottolinea la fiducia nella possibilità di un impegno congiunto di Politica e  Professioni nella tutela del sistema delle cure, insieme con la valorizzazione ed il rispetto di chi quelle cure è chiamato ad erogare,” per restituire alla sanità pubblica il ruolo di primo presidio nella risposta ai bisogni dei cittadini”.

Leggi anche:

MILLEPROROGHE, DECRETO LEGGE VARATO IN CONSIGLIO DEI MINISTRI

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui