Il medico avrebbe modificato la documentazione clinica di alcuni pazienti minori per convincere i genitori a intraprendere delle terapie presso la propria abitazione, dietro pagamento

La Procura di Nocera Inferiore ha chiesto il rinvio a giudizio per un medico operativo presso la Neuropsichiatria Infantile di una delle sedi Asl della provincia di Salerno. La psicopedagogista è accusata di falso in atto pubblico commesso da pubblico ufficiale e di truffa. In particolare – come riporta il quotidiano il Mattino – avrebbe modificato la documentazione clinica di pazienti minorenni, al fine di spingere i genitori a far visitare i propri figli in casa sua, dietro pagamento.

Il tutto con l’aggravante di aver agito con abuso di potere e violazione dei doveri legati alla funzione di chi svolge un pubblico servizio.

Più specificamente, l’inchiesta – condotta dalla polizia giudiziaria attraverso riscontri documentali e acquisizioni – ha fatto emergere che  la professionista, in qualità di incaricata di pubblico servizio, avrebbe compilato cartelle cliniche e relazioni di dimissioni appartenenti ad alcuni ragazzi di età minore, inserendo al loro interno contenuti non congrui al disturbo degli stessi. L’attività illecita si sarebbe protratta dal febbraio al novembre del 2018.

Nel materiale al vaglio degli inquirenti, inoltre, sarebbero state individuate anche le firme false di alcuni colleghi, ovvero tre medici che avrebbero disconosciuto di aver mai visionato e siglato quella documentazione. Si tratterebbe, in particolare, di otto diari o cartelle cliniche e cinque relazioni di dimissioni.

All’accusa di falso è strettamente correlata quella di truffa. Il medico, infatti, con “artifici e raggiri”, avrebbe prospettato ai genitori dei pazienti una serie di disturbi, proponendo loro delle terapie di ‘potenziamento cognitivo’ da svolgere presso la sua abitazione. Spetterà ora la Giudice per le indagini preliminari valutare se sussistano gli elementi per procedere alla fase dibattimentale.

Leggi anche:

DIFETTOSA TENUTA DELLA CARTELLA CLINICA: FALSO O MERA NEGLIGENZA DEI SANITARI?

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui