Sono accusati di aver architettato nove finti incidenti stradali per conseguire l’indennizzo dalle compagnie assicuratrici

Ci sono anche quattro carabinieri, due medici e un avvocato tra le 12 persone iscritte nel registro degli indagati dal sostituto procuratore di Nocera Inferiore nell’ambito di un’inchiesta su nove presunti finti incidenti stradali.

Le indagini sono state condotte dalla compagnia dei carabinieri di San Severino partendo proprio dalle posizioni di alcuni colleghi. Uno di loro, in particolare, sarebbe stato coinvolto in almeno sei episodi. I sinistri denunciati, ritenuti sospetti per modalità, erano peraltro stati attenzionati dalle compagnie assicurative.

La Procura si appresta a chiedere il rinvio a giudizio per gli indagati. Le ipotesi di reato contestate loro a vario titolo, sono 16.

Si va dal falso commesso da pubblico ufficiale in concorso, al danneggiamento fraudolento di beni assicurati, alla falsa testimonianza e al falso ideologico in certificati.

In base a quanto riportato dal Mattino, per almeno due sinistri, a figurare tra i veicoli incidentati, c’era un’auto in uso alla compagnia carabinieri di San Severino. L’inchiesta era partita sui sospetti nei confronti di due militari della Radiomobile, accusati di aver redatto una falsa relazione di servizio su un sinistro stradale. Sarebbe seguita ulteriore documentazione utile per conseguire l’indennizzo dell’assicurazione, che attestava l’incidente e un numero di quattro feriti. Questi ultimi, avrebbero poi presentato certificati medici per prestazioni fisioterapiche effettuate dopo l’incidente, ma poi disconosciute dal medico.

Da lì l’indagine si era allargata facendo emergere un sistema in cui, oltre ai carabinieri, erano coinvolti due medici, che avrebbero attestato false lesioni e ferite in alcuni certificati per permettere l’incasso dei soldi dalle assicurazioni, e un avvocato che, invece, si sarebbe sostituito a due suoi clienti, firmando a loro insaputa un mandato per procedere contro una compagnia assicurativa.

Leggi anche:

FALSI INCIDENTI STRADALI PER FRODARE LE ASSICURAZIONI: QUATTRO ARRESTI

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui