Aperta un’inchiesta per omicidio colposo dopo l’esposto presentato dai genitori della piccola vittima, nata morta nell’ospedale del capoluogo marchigiano lo scorso 26 gennaio

Il Pubblico ministero di Ancona ha iscritto nel registro degli indagati 17 operatori sanitari per la tragedia che si è consumata lo scorso 26 gennaio all’ospedale Salesi, quando una bimba è nata morta nonostante un parto cesareo d’urgenza.

L’inchiesta della Procura è partita in seguito all’esposto presentato dai genitori della nascitura. In base a quanto ricostruito, la mamma, 30enne, era giunta al termine della gravidanza, che non aveva presentato particolari problemi, se non per una forma di diabete gestazionale. I medici avevano programmato per il 26 gennaio il ricovero per indurre il parto.

Il giorno prima di quello fissato per il lieto evento, la donna aveva cominciato ad avvertire le prime contrazioni e si era recata nel nosocomio del capoluogo marchigiano.

Dopo aver svolto un monitoraggio, tuttavia, era stata dimessa con l’invito a tornare l’indomani. A metà pomeriggio, però, era stata colta da forti dolori ed era tornata quindi in ospedale, dove era stata ricoverata.

Per il personale sanitario, però, le contrazioni non erano ancora sufficienti, così le condizioni della paziente e quelle del feto erano state tenute sotto controllo fino alla sera del 26, quando un tracciato aveva evidenziato la sofferenza del feto. Nonostante la corsa in sala operatoria per un parto chirurgico d’urgenza per la piccola non c’è stato nulla da fare. E’ venuta alla luce già priva di vita.

Il magistrato inquirente ha disposto lo svolgimento dell’esame autoptico per capire cosa sia successo. In vista degli accertamenti medico legali sono stati formalmente indagati i medici, gli infermieri e le ostetriche che hanno avuto a che fare nelle ore trascorse presso la struttura sanitaria. Un atto dovuto per consentire loro di partecipare alle operazioni peritali attraverso la nomina di propri consulenti. L’ipotesi di reato a loro carico è di omicidio colposo.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

DICIOTTENNE MUORE DOPO UN’APPENDICETOMIA, APERTA UN’INCHIESTA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui