Nella maggior parte dei casi si tratta di false dichiarazioni dei redditi. Dal report annuale, emerge anche l’impatto delle truffe nel comparto welfare

Un danno patrimoniale superiore ai 4 miliardi per lo Stato Italiano tra sprechi in Pubblica Amministrazione e truffe a finanziamenti pubblici. E’ questo il dato più impressionante che emerge dal Rapporto Annuale 2015 della Guardia di Finanza.

Guardando nel dettaglio al settore welfare, si scopre che più di 304 milioni derivano da truffe al settore previdenziale e al sistema sanitario nazionale, che hanno portato alla denuncia di 6779 soggetti (27 dei quali sono stati arrestati) e al sequestro di 14,5 milioni di euro.

Non è tutto. Sempre il Rapporto Annuale 2015, solo per quel che riguarda il comparto sanitario, ha accertato che nella stragrande maggioranza dei controlli effettuati sono state registrate delle irregolarità: nella fattispecie, su 4.533 controlli effettuati nel 2015, le irregolarità hanno interessato ben 3.994 casi.

Per lo più si tratta di truffe che riguardano le false denunce dei redditi che fanno risultare nulla tenenti (e quindi esenti dal ticket sanitario) persone che invece non lo sono.

Per approfondire:

LEGGI IL RAPPORTO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui