Alla vigilia del ferragosto, una delibera della regione Veneto ha annunciato l’assunzione di cinquecento medici laureati, abilitati ma non specializzati che saranno messi subito a lavoro nei Pronto Soccorso e nei reparti di Medicina generale e Geriatria

Lo scorso aprile una rilevazione aveva indicato una carenza di 180 medici nelle unità operative di Medicina e Geriatria. In tutta la regione mancherebbero invece, circa 1.300 medici.

Lo si apprende dal quotidiano locale, Venezia Today che ha riportato la notizia.

“La sanità in Veneto,– si legge sulle pagine del giornale – è a rischio di chiusura reparti per mancanza di personale. Non ci sono più le condizioni per aspettare gli specializzati da mandare in corsia. I concorsi vanno deserti. Il personale in graduatoria utile rifiuta l’assunzione. E neppure risolutiva, è stata la decisione di richiamare al lavoro i medici in pensione”.

Una delibera d’urgenza, dunque, quella della regione Veneto. Lo stesso governatore Luca Zaia ha annunciato che a breve, potrebbe essere adottato un secondo provvedimento, per l’ingresso di neodottori provenienti da tutta Italia. Si tratterebbe comunque, di un provvedimento previsto nel piano socio-sanitario che – come ha chiarito l’assessore alla Sanità Manuela Lanzarin -è già legge.

Formazione e assunzione

Le assunzioni saranno precedute da un periodo di formazione che si terrà a Montecchio Maggiore (Vicenza) a partire dal 15 settembre, subito dopo l’uscita del bando, all’esito del quale 320 medici saranno introdotti al lavoro nei Pronto Soccorsi e 180 nei reparti di Medicina Internistica.

La formazione sarà curata dalla Fondazione Scuola di Sanità Pubblica e comprenderà 92 ore di teoria in aula e un tirocinio pratico con tutoraggio, che si svolgerà nel corso di due mesi consecutivi, all’interno dei reparti di area internistica.

La stessa Fondazione curerà anche il percorso formativo per i medici non specializzati da destinare nei Pronto Soccorso. Entro il 15 settembre verrà pubblicato un avviso rivolto a tutti gli interessati.

Leggi anche:

PROFESSIONI SANITARIE: ISTITUITI ELENCHI SPECIALI PER 18 CATEGORIE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui