Raggiunto l’accordo su temi centrali per la programmazione regionale in vista della prossima legge di bilancio

Accordo centrale ed importante fra Governo e Regioni in vista della prossima legge di bilancio e per la programmazione regionale. L’intesa, come spiega il presidente delle Regioni Stefano Bonaccini riguarda 9 temi centrali per lo sviluppo dei territori e per il futuro delle istituzioni regionali.

Tra questi, per quanto riguarda la sanità, figura la tutela dell’incremento delle risorse già previsto dalla legge 30 dicembre 2018, n.145 del fabbisogno sanitario nazionale per gli anni 2020 (con un incremento di 2 miliardi) e 2021 e conseguente differimento del termine di cui all’articolo 1, comma 515, della legge n. 145 del 2018 dal 31 marzo 2019 al 31 dicembre 2019 per la stipula del Patto della salute.

E ancora, l’incremento di 2 miliardi del livello delle risorse destinate agli interventi di edilizia sanitaria e di ammodernamento tecnologico di cui all’articolo 20 della legge n. 67 del 1988

Per Bonaccini si tratta di un’intesa “che coglie aspetti rilevanti di merito e che innova il metodo della concertazione istituzionale”. Di questo il Governatore dell’Emilia Romagna da atto al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al Ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, al Ministro della Salute, Roberto Speranza, al Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, e ai componenti dell’esecutivo interessati”, sottolineando, inoltre, l’opera di mediazione portata avanti insieme al Sottosegretario di Stato per l’Economia e le Finanze, Antonio Misiani.

“Siamo di fronte ad una giornata molto importante per la sanità italiana – ha dichiarato – perché l’insieme delle misure contenute in questo accordo – unitamente a quelle decise oggi, sempre in Conferenza Stato-Regioni, sul payback farmaceutico – assicura una quantità di risorse come da tempo non accadeva, fondi che – conclude Bonaccini – saranno a disposizione per investimenti e servizi ai cittadini”.

Leggi anche:

MANOVRA, BONACCINI (REGIONI): AUSPICHIAMO UN MILIARDO AGGIUNTIVO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui