L’Azienda sanitaria del capoluogo di provincia sardo dovrà liquidare a una 84enne circa 19 mila euro per i danni patiti per una caduta da una barella

L’Azienda per la tutela della salute di Sassari dovrà risarcire una paziente di 84 anni per il danno subito in seguito a una caduta dalla barella nell’ospedale di Alghero. La cifra stabilita dal Giudice ammonta a circa 19 mila euro.

La signora, nel giugno del 2014, era giunta nel nosocomio del centro sardo dopo essere stata investita da un’automobile, riportando alcune fratture. Come ricostruito dalla Nuova Sardegna, una volta in Pronto soccorso era stata adagiata su una vecchia barella ma non era stata messa in sicurezza mediante il sollevamento delle spondine. Così, nel tentativo di prendere un bicchiere d’acqua, era rovinata a terra procurandosi un ematoma al volto e uno alla rotula.

I parenti avevano agito in giudizio nei confronti dell’Azienda sanitaria locale di Sassari, ora Ats, chiedendo il ristoro per le lesioni patite dalla loro congiunta.

A circa sei anni di distanza dal fatto, la seconda sezione civile del Tribunale del capoluogo di provincia sardo ha ritenuto di accogliere le pretese della famiglia. “L’utilizzo delle spondine del letto – si legge nella sentenza – avrebbe dovuto essere una delle principali misure preventive da adottare, unitamente alla stretta sorveglianza della paziente”. 

Un episodio analogo, nello stesso ospedale, si è verificato nuovamente pochi mesi fa, nel maggio del 2019, questa volta con conseguenze ben più gravi. Un’anziana di 93 anni ricoverata per problemi cardiaci e respiratori e sistemata, per mancanza di posti letto, su una barella nel reparto di Medicina, è caduta a terra, sbattendo la testa, mentre era in attesa di effettuare degli accertamenti.

L’impatto avrebbe causato un’emorragia cerebrale che, nonostante l’intervento dei sanitari, le sarebbe costata la vita. Dopo tre giorni, infatti, era sopraggiunto il decesso.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

MORTA DOPO UNA CADUTA IN OSPEDALE, APERTA UN’INCHIESTA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui