Avviate le indagini sulla base di una denuncia presentata dai familiari della vittima. L’uomo, 74 anni è morto, per cause tutte da chiarire, dopo essere stato trasportato in ospedale in seguito a una caduta dalla scala in casa

Aperta un’inchiesta a Cagliari per fare luce sul decesso di un 74enne, morto dopo una caduta dalla scala impiegata per ritinteggiare casa. L’ipotesi di reato è di omicidio colposo anche se il fascicolo, al momento, è contro ignoti.

L’uomo, in base a quanto raccontato dalla moglie nella denuncia presentata in Questura, dopo l’incidente è stato immobilizzato dai soccorritori e trasportato in ambulanza nel capoluogo sardo. Durante il viaggio non ci sarebbero stati problemi; sarebbe rimasto vigile e avrebbe parlato con i volontari del 118.

Una volta giunto in ospedale, l’anziano è stato ricoverato in ortopedia per sospette micro-fratture alle vertebre. La situazione sembrava, quindi, rassicurante, anche se moglie e figlia avrebbero segnalato sintomi strani del loro congiunto. Tra questi: freddo, nausea, formicolio a un piede e gonfiore ad una gamba. Il suo viso, inoltre, sarebbe stato sempre più giallo e smunto

Il giorno successivo, mentre veniva sottoposto ad accertamenti, il paziente è morto, per cause ancora da verificare.

La magistratura ha avviato le indagini. Il sostituto procuratore, in particolare, ha disposto lo svolgimento dell’esame autoptico proprio per capire cosa abbia determinato il decesso. Gli esiti dell’accertamento post mortem svolto dal medico legale incaricato sono attesi entro 60 giorni.

Spetterà sempre al perito nominato dalla Procura stabilire, una volta chiarite le cause della tragedia, la sussistenza di eventuali responsabilità sanitarie per quanto accaduto. Al momento, tuttavia, non risultano indagati.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

MELANOMA NON DIAGNOSTICATO PER TEMPO, CONDANNATA DERMATOLOGA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui