Del “Metodo Stamina” se ne è parlato tanto e se ne parlerà ancora molto. La Cassazione, intanto, nelle motivazione del suo “no” è stata chiara: è una cura scientificamente non valida e comporta “una serie di rischi” per la salute.

Ma gli esperti cosa ne pensano a riguardo? Ne parliamo con la dott.ssa Marina Baldi, biologa e specialista in genetica medica.


Dottoressa, il metodo Stamina danneggia veramente i pazienti?

Faccio una premessa: non ho molta esperienza in senso “clinico” in quanto mi occupo di diagnostica. Le posso dire che ho avuto in terapia però diverse persone con malattie genetiche i cui figli sono stati trattati con Stamina e alcuni benefici li avevano avuti. Però, sono a conoscenza che si è riunita una sorta di Gotha della scienza genetica ed hanno stabilito che questa non fa bene. Ora, dipende anche da quello che serve a noi per la causa, nel senso che se è dimostrabile un danno da questa terapia, a questo punto, dimostriamolo. Basta un attimo approfondire quali sono gli aspetti scientifici della faccenda, quali sono i meccanismi che hanno permesso di dimostrare che la cura fa male e lo facciamo. In tutta onestà, ho avuto un paio di coppie che sono venute a fare una diagnosi per impianto  per alcune  patologie ed hanno visto alcuni piccoli miglioramenti negli figli. Certo, nulla di eclatante si parla di piccolissimi miglioramenti. Poi, la situazioni di questi bambini è così compromessa che chiaramente è molto complicato costatare se ci fossero stati degli effetti collaterali.

Dall’inchiesta è emerso che le cure venivano somministrare in hotel, in casa…

Questo è davvero uno scandalo. Perché non c’è catena di custodia, non c’è certezza di sterilità, chi fa cosa. Per terapia, queste sono cose davvero impossibili da accettare. Ammesso pure che potesse esserci una base scientifica da studiare, si è persa completamente non avendo le condizioni tecniche opportune.

Questa terapia innovativa dovrebbe curare alcune gravi patologie neuro-degenerative come la SLA. Al momento, quali sono le cure contro questi tipi di malattie?

Esistono alcuni trattamenti ma non sono terapie che possono fare effetto. Dalla SLA, per ora, non si guarisce, purtroppo. Alcune terapie possono rallentare l’esordio della malattia ma non c’è modo di guarirne.

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui