Connettersi frequentemente ai social network – dalle tre volte in su al giorno – è associato ad una peggiore salute mentale e fisica

Scriveva Zoe Strimpel, specializzata in “Gender Studies” presso l’Università di Cambridge, in McPherson, 2013, “Facebook fa aumentare la sensazione che nella propria vita manchi qualcosa”, favorendo così sentimenti di inferiorità, spesso associati ad invidia”. (F. Galgani).

Secondo una ricerca condotta dal Dipartimento di Sistemi Informativi dell’University of Technology di Darmstadt in Germania, Facebook farebbe delle persone, soggetti invidiosi e insoddisfatti.

Ma a livello di ricerche mediche documentate, i rischi per la salute connessi all’uso spasmodico dei social sono assai più seri: solo per fare qualche esempio, ansia, irritabilità, depressione, problemi gastro-intestinali e così via.

I social fanno male alla salute?

Dopo l’ultimo studio realizzato dalla Royal Society for Public Health britannica, insieme allo Young Health Movement, sugli effetti psicologici dell’utilizzo dei social network, ecco spuntare una nuova ricerca.

Questa volta l’indagine sarebbe stata svolta attraverso interviste dirette a circa 10.000 teen-ager, tra i 13 ed i 16 anni.

Ebbene, da quanto emerso sembrerebbe che connettersi frequentemente – ossia dalle tre volte in su al giorno, sui Social – Facebook, Instagram, WhatsApp, Twitter e Snapchat sarebbe sintomo di una peggiore salute mentale e fisica.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista “The Lancet Child & Adolescent Health” e realizzato dal “UCL Great Ormond Street Institute of Child Health” di Londra. 

Ad essere maggiormente colpite – riporta l’Ansa – sarebbero proprio le ragazzine: “il 60% dell’impatto psicologico tra le giovanissime, causato dai social, deriva dalla loro più elevata esposizione al cyber-bullismo e dalla mancanza di attività più sane. Queste teen-ager dormono meno, male e fanno poco esercizio fisico e vita all’aria aperta”.

I fattori psicologici negativi derivati dall’uso dei social sono, invece, risultati di gran lunga inferiori nei giovani maschi intervistati, solo il 12%.

Ma le indagini sull’impatto che i social network hanno sulla nostra salute, soprattutto quella dei più giovani, non sono mai abbastanza.

Un’altra interessante ricerca è stata realizzata dall’Università del Galles. Questa volta l’analisi si sarebbe concentrata sugli effetti dei Like di Facebook a livello di autostima . Ebbene, da quanto emerso -, “raccogliere molti ‘Mi piace’ su Facebook non fornisce alcun effetto in termini di autostima e benessere, specialmente in chi certi problemi ce li ha già”.

Insomma – scrive il quotidiano La Repubblica -”è come se si attivasse un circolo vizioso: quando otteniamo i ‘Like’ che fortemente desideriamo non ci sentiamo affatto meglio né facciamo passi avanti. Anzi, sembrerebbe verificato il contrario: più dipendiamo dai clic altrui più abbiamo scarsa fiducia in noi stessi”.

Leggi anche:

FALSI PROFILI SOCIAL, PRESENTATA PROPOSTA DI LEGGE CONTRO I ‘TROLL’

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui