La vittima, un motocilista di 60 anni, era stato costretto a subire l’amputazione di una gamba dopo l’urto con il veicolo dell’imputato, che non avrebbe rispettato la precedenza immettendosi su una strada provinciale

Cinque mesi e venti giorni di reclusione. E’ la pena (sospesa) inflitta dal Tribunale di Pavia a un automobilista di 70 anni, accusato di lesioni colpose nei confronti di un motociclista che, a causa della sua presunta condotta colposa, è stato costretto a subire l’amputazione di una gamba in seguito a un sinistro stradale.

Il fatto – come riporta la Provincia Pavese – risale all’aprile del 2016. In base a quanto ricostruito l’imputato stava uscendo da una strada privata alla guida della sua vettura per immettersi su una strada provinciale.

Secondo l’ipotesi accusatoria, nello svoltare a sinistra non avrebbe rispettato la precedenza, causando così l’impatto con il centauro, che era finito contro la parte anteriore della macchina ed era stato sbalzato a terra a diversi metri di distanza.

L’uomo, 60 anni, era rimasto gravemente ferito, riportando diverse fratture agli arti. In seguito al trasporto in ospedale, i medici non avevano potuto far altro che procedere all’amputazione di uno degli arti inferiori.

Diversa la ricostruzione fatta dalla difesa dell’imputato, secondo la quale, la vettura – che effettivamente si stava per immettere sulla strada provinciale – sarebbe stata di fatto ferma al momento dell’urto, avvenuto dopo che il motociclista aveva evitato un’altra macchina.

Il Tribunale, alla fine, ha ritenuto di dare ragione alla parte offesa, accogliendo le tesi sostenute dalla Procura del capoluogo di provincia lombardo. Per le motivazioni della sentenza occorrerà attendere trenta giorni ma il legale dell’imputato ha già annunciato che farà ricorso in appello per ribaltare la pronuncia.

La vittima, intanto, aveva ritirato la costituzione di parte civile nel corso del processo, dopo essere stato risarcito dall’Assicurazione.

La redazione giuridica

Se sei stato/a vittima di un sinistro stradale e vuoi ottenere, in breve tempo, il risarcimento dei danni fisici subiti o dei danni da morte di un familiare, clicca qui

Leggi anche:

Trauma cranio-facciale da sinistro stradale e personalizzazione del danno

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui