Aperta un’inchiesta sul decesso di una donna, influencer nel campo dell’estetica, colta da arresto cardiaco mentre si stava per sottoporre a un intervento di chirurgia plastica

Si stava per sottoporre a un intervento di chirurgia plastica ma è stata colta da un arresto cardiaco mentre le stavano somministrando l’anestesia. La Procura di Bari ha aperto un fascicolo sul decesso di una pugliese di 37 anni, morta venerdì scorso in un poliambulatorio privato in provincia di Bari. Il titolare della struttura, un medico chirurgo, è stato formalmente iscritto nel registro degli indagati dal Pubblico ministero di turno. L’ipotesi di reato a suo carico è di omicidio colposo.

In base ai primi accertamenti degli inquirenti, la donna, influencer nel campo dell’estetica, si sarebbe dovuta sottoporre a un intervento di asportazione di tessuto adiposo dalle gambe in anestesia locale. Immediatamente dopo la somministrazione del farmaco, tuttavia, avrebbe avvertito un malore.

Il titolare dello studio avrebbe quindi immediatamente allertato i soccorsi, ma le manovre rianimatorie effettuate dagli operatori del 118, accorsi sul posto, sarebbero risultate vane.

In passato la 37enne si sarebbe sottoposta a diversi altri interventi di chirurgia plastica in altri studi medici; l’ultimo, nell’ottobre del 2019, proprio nella stessa struttura dove si è verificata la tragedia, con la quale sembra che avesse anche un rapporto di collaborazione professionale, in quanto promoter delle attività dell’ambulatorio.

Come riporta Repubblica, l’indagato, per il tramite del proprio legale, ha fatto sapere di essere “estremamente dispiaciuto e affranto per l’accaduto”, mettendosi a disposizione degli inquirenti e offrendo la propria collaborazione per fare chiarezza su quanto accaduto. Il professionista sarebbe già stato sentito dai Carabinieri nell’immediatezza dei fatti, fornendo la sua ricostruzione dei fatti.

Al fine di fare piena luce sulle cause del decesso e valutare la sussistenza di eventuali profili di responsabilità medica nelle prossime ore la magistratura potrebbe conferire il mandato per lo svolgimento dell’esame autoptico.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

EMATOMA EPATICO CAUSATO DA AGOBIOPSIA, PAZIENTE RISARCITA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui