Aperto un fascicolo disciplinare nei confronti dei camici bianchi coinvolti nell’inchiesta sui casi di assenteismo a Monopoli

Il Consiglio dell’Ordine dei medici di Bari ha aperto un fascicolo disciplinare a carico dei 16 medici coinvolti nell’inchiesta sui casi di assenteismo a Monopoli. Ha inoltre disposto la sospensione dall’esercizio della professione per gli otto camici bianchi sottoposti a misura cautelare.

“La sospensione dall’esercizio della professione – si legge in una nota – è adottata dall’Ordine, salvo diversa disposizione del giudice, non come sanzione disciplinare ma come provvedimento automatico disposto per legge, da applicarsi a medici che sono sottoposti a limitazioni della libertà personale. L’Ordine è infatti tenuto ad attendere l’esito del procedimento penale, prima di poter agire disciplinarmente”.

Qualunque sanzione disciplinare potrà quindi essere comminata solo in seguito all’accertamento dei fatti e a condanna definitiva dei medici coinvolti.

In tale contesto e a fronte della gravità delle accuse mosse, l’Ordine ha ribadito pieno sostegno e fiducia nel lavoro dei magistrati, auspicando, per il bene del servizio sanitario nazionale e del diritto alla salute dei cittadini, che gli inquirenti accertino al più presto la verità dei fatti e individuino le diverse responsabilità delle persone coinvolte.

 “La legalità – ha affermato il Presidente OMCeO di Bari, è la bandiera della professione. Ma legalità vuol dire anche essere rispettosi dei vari poteri dello Stato ed evitare di emettere condanne sommarie. A fronte dei possibili illeciti o errori commessi da qualche medico, ogni giorno migliaia di colleghi si impegnano con passione nella cura dei pazienti. Sono loro che tengono in vita un sistema sanitario nazionale definanziato e in perenne carenza di personale, dedicando al proprio lavoro molte più ore del dovuto. Sono 15 milioni le ore di straordinari non retribuiti che ogni anno i medici ‘regalano’ al sistema, pari a 500 milioni di euro. A tutti quei medici va il ringraziamento mio e di tutto il Consiglio dell’Ordine.”

Leggi anche:

ASSENTEISMO, SCOPERTI FURBETTI DEL CARTELLINO TRA PUGLIA E CAMPANIA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui