Se l’indicatore della situazione economica equivalente non supera i 25mila euro si ottiene il contributo pieno. Il bonus nido è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda del genitore

E’ attiva dal 17 gennaio la procedura che consente l’inserimento delle domande di bonus nido per l’anno 2020, la misura a sostegno del reddito delle famiglie per il pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati e di forme di assistenza domiciliare, in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

La legge n. 160/2019  ha incrementato, a decorrere dall’anno 2020, l’importo del contributo, portandolo fino ad un massimo di 3.000 euro su base annua per i nuclei familiari in possesso di ISEE minorenni in corso di validità (riferito al minore per il quale è richiesta la prestazione) fino a 25.000 euro.

Per i nuclei familiari con un ISEE minorenni compreso tra 25.001 e 40.000 euro, l’agevolazione potrà spettare in misura pari a un massimo di 2.500 euro. Infine, è previsto un importo minimo di 1.500 euro nell’ipotesi di ISEE minorenni oltre la soglia dei 40.000 euro, oppure in assenza dell’ISEE.

Il premio è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda del genitore che può presentare l’istanza per il minore nato o adottato in possesso dei requisiti di legge.

Coloro che hanno già presentato domanda di bonus nido nel 2019 e abbiano provveduto al pagamento di almeno una mensilità da settembre a dicembre dello stesso anno, invece, stanno ricevendo un sms che permetterà, tramite accesso con PIN Inps, SPID, CNS o CIE, di confermare o modificare i dati nella domanda precompilata dall’Istituto, senza doverne riproporre una nuova per l’anno 2020.

La domanda, come per i precedenti anni, può essere presentata online, tramite il servizio dedicato accessibile direttamente dal cittadino in possesso di un PIN INPS dispositivo, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto. L’alternativa è rivolgersi al Contact Center multicanale (con chiamata da telefono fisso al numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare al numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico), se in possesso di PIN o ai Patronati, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Leggi anche:

BONUS NIDO ESCLUSO SE IL RICHIEDENTE NON PROVA DI AVER PAGATO LA RETTA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui