Lo specialista sarebbe stato colpito con uno schiaffo da un 39enne anni che si era recato in Pronto soccorso accusando una cervicalgia. Alla base del gesto l’insoddisfazione dell’uomo per le cure che gli erano state prestate. L’Asp annuncia che si costituirà parte civile nel procedimento a carico dell’aggressore

 “Esprimo ferma condanna dell’accaduto e a nome di tutto il personale dell’ASP di Messina faccio i migliori auguri di pronta ripresa al Dirigente Medico”. Così il Direttore generale dell’Asp di Messina, Paolo La Paglia, sull’aggressione perpetrata all’Ospedale Fogliani di Milazzo ai danni di un medico del reparto di Otorinolaringoiatria. Il camice bianco – secondo quanto denunciato – sarebbe stato colpito con uno schiaffo mentre si apprestava a visitare un uomo di 39 anni. L’atto di violenza sarebbe stato determinato dall’insoddisfazione del paziente rispetto alle cure che sino a quel momento gli erano state prestate.

In particolare, secondo quanto ricostruito da alcuni media locali, l’uomo si era recato al Pronto soccorso accusando una cervicalgia che gli aveva procurato nausea e vomito. I sanitari gli avrebbero assegnato un codice verde. Dopo le analisi del sangue il giovane avrebbe quindi deciso di sottoporsi alla consulenza di un’otorino. Nel corso della visita si sarebbe lamentato del dolore provocato dal precedente prelievo di sangue. Lo specialista avrebbe minimizzato l’accaduto, ricevendo per tutta risposta un ceffone.

Mentre la visita veniva portata a termine da un collega, il professionista avrebbe allertato i carabinieri. I militari avrebbero individuato l’aggressore e raccolto la denuncia del sanitario.

“Porremo in essere tutto quanto necessario per evitare il ripetersi di simili episodi a danno del personale sanitario” ha aggiunto La Paglia. Il Direttore ha inoltre annunciato che l’Azienda sanitaria si costituirà  parte civile nel procedimento giudiziario a carico del paziente, auspicando che la giustizia faccia celermente il suo corso.

Leggi anche:

AGGREDITO DAL PADRE DI UNA PAZIENTE DOPO UNA DISCUSSIONE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui