Il conducente di un veicolo deve essere in grado di garantire in ogni caso l’arresto tempestivo del mezzo, evitando collisioni con il veicolo che precede, per cui l’avvenuto tamponamento pone a carico del conducente medesimo una presunzione “de facto” di inosservanza della distanza di sicurezza”. (sent. n. 6193 del 2014, Corte di Cassazione)

Pertanto, “esclusa l’applicabilità della presunzione di pari colpa di cui all’art. 2054 c.c.”, chi ha tamponato “resta gravato dall’onere di dare la prova liberatoria, dimostrando che il mancato tempestivo arresto dell’automezzo e la conseguente collisione sono stati determinati da cause in tutto o in parte a lui non imputabili”.

Queste le motivazioni con cui gli ermellini di Piazza Cavour, con una pronuncia del 17 ottobre 2016, respingevano il ricorso di una automobilista, confermando l’orientamento dei giudici di prime cure. La Sig.ra chiedeva il risarcimento dei danni subiti a seguito di un tamponamento, nel quale ella era la tamponante. Sosteneva infatti che, durante la marcia nella corsia “normale” dell’autostrada nulla poteva per evitare l’impatto con un veicolo che si immetteva repentinamente nella suddetta corsia, spostandosi da destra (corsia di emergenza) verso sinistra.

La Corte di Appello disponeva la ricostruzione cinematica e il CTU incaricato escludeva la repentinità della manovra di immissione, anzi concludeva che “al momento dell’urto, le autovetture si trovavano una dietro l’altra e che l’incidente è accaduto perché  l’autovettura Fiat Panda condotta dalla ricorrente investì la Fiat Palio condotta dal R. che la precedeva nella marcia lungo la corsia normale dell’autostrada”.

Escludevano pertanto i giudici, l’applicabilità della presunzione iuris tantum prevista dall’art.2054 c.c. considerando esclusiva la responsabilità della ricorrente ex art. 149 C.d.s.

I giudici delle leggi hanno così confermato l’orientamento della Corte Territoriale.

Umberto Coccia

LEGGI ANCHE IL TAMPONAMENTO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui