Aperta un’inchiesta sul decesso di una 69enne della provincia di Pesaro-Urbino, morta lo scorso 25 ottobre nel corso di una artroplastica in una clinica della Valconca

La Procura di Rimini ha aperto un’inchiesta per fare luce sul decesso di una 69enne, morta lo scorso 25 ottobre in una clinica convenzionata della Valconca, dove si era sottoposta a un intervento di artroplastica dell’anca.

Gli accertamenti sono partiti in seguito alla segnalazione fatta dalla stessa struttura. In seguito anche i figli della donna hanno presentato un esposto chiedendo che venga fatta chiarezza sulle cause della tragedia, nonché sull’eventuale sussistenza di responsabilità mediche.

Nel mirino della magistratura sono finiti, al momento, il chirurgo e l’anestesista presenti quel giorno in sala operatoria.

L’ipotesi di reato è omicidio colposo. L’iscrizione nel registro ha permesso loro di partecipare agli accertamenti medico legali attraverso la nomina di propri periti.

L’autopsia, come riporta il Corriere Adriatico, è stata eseguita giovedì scorso da un anatomopatologo dell’Università di Bologna, ma sui primi risultati, al momento, vige il massimo riserbo.

La signora – riferisce ancora il quotidiano marchigiano – si era operata per l’inserimento di una protesi all’anca. Nei giorni precedenti aveva eseguito tutti gli esami del caso. Tuttavia, nel corso dell’intervento qualcosa è andato storto e dopo oltre due ore  in sala operatoria i medici hanno comunicato ai parenti che la signora non ce l’aveva fatta.

I figli hanno deciso di rivolgersi a un legale per farsi rappresentare nell’inchiesta. Si attendono ora, dunque, gli esiti dell’esame necroscopico per capire cosa sia successo. Nel frattempo, la salma della donna è stata restituita alla famiglia per la sepoltura.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

RIMINI: MUORE BIMBO DI 2 ANNI, INDAGINI SULLE CAUSE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui