Anaao Assomed lancia un appello al governo. Si invoca un decreto dignità per i medici, viste le condizioni di lavoro dei camici bianchi in Italia.

Nuovo appello-denuncia da parte dell’Anaao Assomed che, in una nota, fa il punto dell’attuale situazione invocando un decreto dignità per i medici.

“Le condizioni di lavoro negli ospedali – scrive Anaao – vanno peggiorando senza freni. Medici e dirigenti sanitari si ritrovano nella morsa della desertificazione delle dotazioni organiche e della crescita di una domanda di salute che non ammette attese o incertezze, che non possano essere risolte da Google”.

In questo quadro, non sembra peregrina la richiesta di Anaao di un decreto dignità per i medici.

E l’elenco dei disagi dei camici bianchi è davvero lungo.

Dalla burocrazia che stritola, fino ai 15 milioni di ore di lavoro eccedenti il dovuto contrattuale. E ancora, “tutti i week end passati a coprire reperibilità e turni di guardia, estenuanti trattative per conquistare le ferie, aggressioni verbali e fisiche, una crescita esponenziale del rischio clinico e medico-legale”, la situazione è davvero fuori controllo.

Per non parlare poi delle retribuzioni ferme al 2010 e l’esodo verso “settori più remunerativi”.

Tutti problemi quotidiani e pressanti che vedono i medici in crescente difficoltà.

“Una popolazione professionale invecchiata, frustrata e arrabbiata – prosegue il sindacato della dirigenza medica – la cui uscita determinerà impoverimento del sistema sanitario anche in competenze professionali e sicurezza delle cure, mentre i giovani non sono più attratti dal lavoro negli ospedali”.

In tale contesto, Anaao chiede al governo dove siano le condizioni di dignità professionale nei nostri ospedali.

“Il collasso della dignità di una professione si accompagna al collasso di un diritto costituzionale dei cittadini: diritto alle cure e diritto a curare, con dignità ed autonomia, sono intrinsecamente legati. O insieme sopravvivono o insieme moriranno”, scrive il sindacato.

Che al termine della nota si interroga sulla possibilità di elaborare un decreto dignità per i medici.

Un provvedimento che dia una risposta ai tanti problemi che la categoria sta vivendo e salvi quel che resta del del Servizio Sanitario Nazionale.

“A quando – conclude l’Anaao – un intervento necessario quanto urgente per il presente ed il futuro della sanità pubblica”?

 

Leggi anche:

STATO DEL SSN, ANAAO: CONTRATTO SPARITO DALL’AGENDA DELLA POLITICA

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui