La Procura di Roma ha avviato le indagini sul decesso di un 54enne morto poche ore dopo essere stato dimesso dal pronto soccorso, dove si era recato per fortissimi dolori all’addome

Sarà l’autopsia a fare luce sul decesso di un 54enne di Roma, dimesso dal pronto soccorso poche ore prima. L’uomo – come ricostruisce “il Messaggero” – si era recato in ospedale domenica verso le 20,30. Accusava fortissimi dolori all’addome. Dopo l’accesso in codice giallo era stato visitato. La pressione sarebbe stata alta: 157 la massima, 100 la minima. Ma respirava bene, la saturazione era a 99.

I medici avrebbero disposto un elettrocardiogramma che però non avrebbe evidenziato anomalie. Anche il segno di Blumberg, effettuato per individuare una eventuale appendicite, avrebbe dato esito negativo. Poco prima della mezzanotte, quindi, il paziente – come riferisce ancora il quotidiano romano – era stato dimesso con una diagnosi di epigastralgia, la prescrizione di una cura a base di pantoprazolo e una prognosi di sette giorni. Il personale sanitario, dunque, secondo quanto riportato dai familiari, non avrebbe richiesto un consulto specialistico, né avrebbe disposto una ecografia addominale come ulteriore accertamento.

Rientrato a casa della madre, l’uomo inizialmente sembrava sentirsi meglio, ma nel corso della notte i dolori si sarebbero ripresentati.

Alle 5 di mattina, poi, le urla e l’ultima richiesta di aiuto prima di accasciarsi sul pavimento del soggiorno, senza più riprendersi. All’arrivo dei soccorsi, l’uomo era già morto.

Sul caso la Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, al momento contro ignoti. Il Pm ha disposto il sequestro della documentazione clinica stilata in pronto soccorso e lo svolgimento dell’esame necroscopico, per verificare le cause della morte e l’eventuale sussistenza di responsabilità sanitarie. In base a quanto riportato dai familiari,  il loro congiunto non soffriva di particolari patologie, se non di una gastrite e di una dermatite atopica per la quale era in cura dallo scorso agosto. Si attendono, dunque, gli esiti degli accertamenti medico legali.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

INFARTO DEL MIOCARDIO NON DIAGNOSTICATO, CARDIOLOGO ASSOLTO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui