Aperto un fascicolo a Crotone per fare luce sulle cause della tragedia che ha colpito una donna in gravidanza che ha perso la piccola che portava in grembo. La gestante era stata visitata in ospedale pochi giorni prima

Due operatori sanitari del reparto di ginecologia e ostetricia dell’ospedale di Crotone e una ginecologa di un consultorio di provincia sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla locale Procura della Repubblica per la tragedia che ha colpito una donna in gravidanza giunta alla 35esima settimana di gestazione. La donna, lo scorso 16 agosto, ha infatti perso la bimba che portava in grembo.

In base a quanto riporta la Gazzetta del Sud, il 13 agosto la donna si sarebbe recata presso il nosocomio per una visita in quanto la sua ginecologa di fiducia si trovava in ferie. In tale occasione – riferisce il quotidiano online – sarebbero emersi dei valori alterati tra i quali un eccesso di liquido amniotico.

I medici avrebbero fissato un nuovo appuntamento per il 17 agosto per ulteriori accertamenti.

A distanza di pochi giorni, tuttavia, la paziente avrebbe iniziato a non avvertire più i movimenti della piccola e sarebbe tornata in ospedale dove lo svolgimento del tracciato cardiotocografico avrebbe portato a constatare la morte della bimba.

La magistratura ha quindi avviato le indagini per fare chiarezza su quanto accaduto, Il sostituto procuratore che coordina l’inchiesta ha incaricato un medico legale per lo svolgimento dell’esame autoptico sul feto. Dagli accertamenti peritali si attendono risposte sulle cause del decesso nonché circa la sussistenza di eventuali profili di responsabilità da parte degli indagati, ai quali viene contestata l’ipotesi di reato di omicidio colposo.

Hai vissuto una situazione simile? Scrivi per una consulenza gratuita a malasanita@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

Gestante muore in ospedale al sesto mese di gravidanza, aperta inchiesta

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui