Il professionista, ex chirurgo oggi in pensione, era finito a giudizio dopo il decesso di una donna, morta al Policlinico di Palermo dopo un intervento di colecistectomia in laparoscopia

Assolto per non aver commesso il fatto. Questo il verdetto della Corte d’appello di Palermo a conclusione del giudizio di secondo grado che vedeva imputato per omicidio colposo un ex chirurgo, ora in pensione, in servizio nel 2009 presso il Policlinico del capoluogo siciliano.

I Giudici hanno quindi ribaltato la sentenza del Tribunale, che aveva condannato il professionista a un anno di reclusione e al pagamento di una provvisionale di 50mila euro a titolo di risarcimento in favore dei congiunti di una donna morta dopo un intervento di colecistectomia laparoscopica.

La vicenda risale al 2009. Alla vittima, nel corso dell’operazione, era stato reciso per errore il coledoco.

L’imputato non era in sala operatorio ma, in seguito all’incidente era stato richiamato dal collega che stava effettuando l’intervento ed era intervenuto in emergenza. La donna era deceduta nei giorni successivi.

Il primo chirurgo – che ha patteggiato una condanna per omicidio colposo e falso – scrisse nel documento operatorio che alla laparoscopia era presente anche il medico imputato. A quest’ultimo, inoltre, era stata contestata una condotta negligente nella fase post operatoria.

In sede di appello, tuttavia, il legale del camice bianco è riuscito a provare che il suo assistito non era presente durante l’operazione, ma che era intervenuto successivamente all’errore. Inoltre, l’avvocato ha evidenziato che l’assenza del medico nella fase successiva all’intervento era determinata dalle sue cattive condizioni di salute. Il professionista, infatti, stava seguendo una terapia, come dimostrato dalla documentazione medica prodotta a supporto.

Per il chirurgo, quindi, è scattata la piena assoluzione. La Corte territoriale, oltre alla pena detentiva, ha annullato anche le statuizioni civili.

Leggi anche:

DONNA MORTA IN PRONTO SOCCORSO: ASSOLUZIONE PER TRE MEDICI

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui