Brutto episodio in ospedale, dove un infermiere derubato da un paziente si è visto sottrarre il portafoglio dopo essersi occupato del ricoverato

Un infermiere derubato da un paziente mentre stava prestando le cure a un uomo in Pronto Soccorso. Ha dell’incredibile quanto avvenuto a Novi Ligure. Qui, in ospedale, un uomo avrebbe sottratto il portafoglio al sanitario subito dopo che questi lo aveva medicato.

Per il fatto, che risale al 26 gennaio 2012, il paziente è stato condannato a 6 mesi di reclusione.

Non solo. Per il giudice ha inciso come aggravante il fatto che abbia approfittato della sua condizione di assistito dalla sanità pubblica.

Il condannato, Massimo Romano, novese di 41 anni, dopo aver ricevuto cure e assistenza dall’infermiere ha commesso il furto.

Quando l’infermiere, terminate le mansioni urgenti che lo avevano fatto allontanare, si era trovato nella necessità di metter mano alla propria borsa, si era accorto che era sparito il portafoglio.

C’è voluto poco a capire chi fosse il responsabile, ma provarlo non è stato altrettanto semplice.

L’operatore sanitario ha quindi allertato i carabinieri che, giunti nella stanza dove il paziente era ricoverato, nel giubbotto posato sulla sedia accanto al letto hanno rinvenuto il portafoglio sparito.

E, nel cassetto del comodino, i 70 euro che erano nel portafoglio.

È stato a quel punto che l’ infermiere derubato da un paziente ha sporto denuncia.

L’uomo, processato in tribunale per furto appesantito da aggravanti, cioè l’essersi impossessato di un oggetto esposto alla pubblica fede, l’aver agito nei confronti di persona incaricata di un pubblico servizio e l’aver abusato della propria condizione di ospite della struttura sanitaria, è stato ora condannato a sei mesi di reclusione.

Questi i risvolti penali della vicenda. Ancora ignoti, invece, gli eventuali provvedimenti adottati dalla direzione ospedaliera.

 

Hai avuto un problema simile? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o scrivi un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

 

 

Leggi anche:

INFERMIERE AGGREDITO DAL PADRE DI UNA BIMBA, FSI-USAE: “GRAVE PERICOLO”

INFERMIERE SUICIDA IN SALA OPERATORIA CON FLEBO DI CLORURO DI POTASSIO

 

 

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui