Un anno e dieci mesi per una giovane di 27 anni accusata del decesso di un uomo di 46 anni investito fuori da un bar nel marzo del 2019

Il Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Frosinone ha accolto la richiesta di patteggiamento avanzata da una 27enne accusata di omicidio stradale e omissione di soccorso in relazione alla morte di un uomo di 46 anni, investito fuori da un bar a fine marzo del 2019.

La giovane dovrà scontare un anno e dieci mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena, oltre a non poter guidare per quattro anni.

Come ricostruisce Ciociaria Oggi, la vittima, in compagnia di uno zio, si era fermata poco prima della cinque del mattino a fare colazione in una pasticceria in provincia del capoluogo di provincia ciociaro. All’uscita dal locale i due erano stati travolti da una Smart che aveva invaso la corsia opposta di marcia e lo spazio pedonale. Per l’uomo non c’era stato nulla da fare, mentre il parente era stato trasportato in codice rosso in ospedale, ma se l’era cavata.

La conducente del veicolo investitore inizialmente non si era fermata a prestare soccorso.

Dopo alcune ore si era presentata poi presso la locale stazione dei carabinieri, ammettendo le sue responsabilità e sostenendo di aver avuto un colpo di sonno.

Con lei anche il fidanzato, che si trovava al suo fianco al momento dell’incidente e che risulta tuttora indagato per omissione di soccorso in attesa della decisione del Gup. Il ragazzo – riferisce ancora Ciociaria Oggi – era risultato positivo all’alcoltest e proprio in virtù di tale circostanza si era inizialmente pensato che fosse lui alla guida e che la giovane volesse coprirlo; i successivi rilievi effettuati su volante, Dna e impronte, invece, avrebbero escluso tale eventualità.

I genitori e i fratelli del 46enne, nel frattempo, erano già stati risarciti per la perdita subita.

Se sei stato/a vittima di un sinistro stradale e vuoi ottenere, in breve tempo, il risarcimento dei danni fisici subiti o dei danni da morte di un familiare, clicca qui

Leggi anche:

Omicidio stradale e sanzione accessoria della revoca della patente di guida

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui