Alla Camera passa un emendamento che rivede il tetto di spesa per il personale sanitario. Speranza: passo avanti importante per chi crede nel nostro Servizio Sanitario Nazionale

“Finalmente più facile assumere donne e uomini nel nostro Servizio Sanitario Nazionale”. Così il Ministro della Salute, Roberto Speranza annuncia l’approvazione in Commissione alla Camera di un emendamento al decreto fiscale che rivede il tetto di spesa per il personale sanitario fissato dal Decreto Calabria.

“Fino a ieri – spiega Speranza – il tetto alla spesa per il personale poteva crescere del 5% rispetto alla quota incrementale del fondo sanitario. Oggi con l’emendamento approvato nel decreto fiscale si sale fino al 15%. Concretamente, nel 2019 si poteva spendere per il personale fino al 5% su 1 miliardo in più di fondo. Nel 2020 si arriva al 15% sui 2 miliardi in più previsti dalla manovra. Questo significa che le risorse che si potranno usare nel 2020 per combattere la carenza di personale sono sei volte in più rispetto al 2019. È un passo avanti importante per chi crede nel nostro Servizio Sanitario Nazionale”. 

Soddisfatta anche Elena Carnevali, capogruppo in Commissione del Partito Democratico in Commissione Affari sociali a Palazzo Montecitorio e prima firmataria dell’emendamento.

Un provvedimento che – sottolinea – pone fine alla stretta sulle assunzioni che ha penalizzato il SSN e realizza il cambiamento fondamentale per l’approvazione del nuovo Patto per la salute”.

La deputata Dem evidenzia inoltre come “l’inserimento della possibilità per le Regioni di raggiungere il tetto del 15%, garantendo l’equilibrio economico finanziario, traccia la strada verso il riconoscimento di quell’autonomia differenziata che coniuga l’interesse generale di unità nazionale con la valorizzazione delle capacità delle Regioni”.

“Finalmente  – conclude Carnevali – si torna a investire sull’architrave del sistema sanitario che sono i suoi professionisti e si pone fine al depauperamento che ha messo a rischio l’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza e la fuga di medici e del personale sanitario dagli ospedali e dai servizi”.

Leggi anche:

CARENZE DI PERSONALE, SPERANZA: MODELLO DI PROGRAMMAZIONE INADEGUATO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui