COPPIA SENZA BARRIERE. È il tema del  il 3° Congresso Nazionale dell’Associazione Andrologi Italiani che si svolgerà a Gallipoli a fine ottobre e dove è già tutto pronto per accogliere i maggiori esperti di medicina di coppia. Tra i patrocinatori del congresso, l’Accademia della Medicina Legale con la partecipazione del suo presidente, il dottor Carmelo Galipò, Medico Legale e direttore editoriale del nostro quotidiano «Responsabile Civile»

Temi: sessualità, riproduzione, salute dell’uomo e della donna, insieme ad obiettivi quali formazione, divulgazione e prevenzione, rappresentano i cardini fondamentali attorno cui ruotano gli interessi scientifici e culturali di questa rampante società scientifica che ha scelto la ridente cittadina pugliese per avviare un dibattito sui problemi della coppia del terzo millennio.

Dal 29 al 31 ottobre, nell’incantevole cornice del Castello Angioino di Gallipoli, la l’uomo e la donna saranno al centro dell’attenzione di medici e ricercatori che giungeranno nel Salento per confrontarsi anche con colleghi provenienti dal Giappone, dalla Spagna e dall’Albania. In particolare si parlerà di coppia con difficoltà d’integrazione a causa di ostacoli, talora congeniti altre volte acquisiti, che si frappongono nella dinamica di relazione. Barriere che grazie all’impegno multidisciplinare di professionisti competenti possono essere opportunamente smussate o superate. Gli Andrologi Italiani – con il supporto di Ginecologi, Biologi, Oncologi, Psicologi, Criminologi, Avvocati e Associazioni di Pazienti – analizzeranno le difficoltà che la coppia contemporanea vuole superare per vivere serenamente il presente e per progettare il futuro senza incertezze.

“Si parlerà di onco-fertilità, di disabilità fisica, di dolore intimo, di inquinamento, dell’innalzamento dell’età di ricerca del primo figlio, di infertilità di coppia” illustra il Prof. Lamberto Coppola, ginecologo e andrologo di Nardò, Segretario Nazionale dell’ASS.A.I. e organizzatore dell’evento. “Verrà dato ampio spazio, al tema dei crimini sessuali, argomento in cui appare ancora flebile l’impegno della comunità scientifica nel cercare di comprenderne le ragioni, i meccanismi ed il significato. E poi ci saranno sezioni dedicate ai confronti face to face con gli esperti su argomenti quali, andropausa e menopausa e chirurgia sessuale e riproduttiva e fecondazione eterologa.”. Sono previsti anche corsi precongressuali, uno dei quali, molto suggestivo, intende fornire all’operatore sanitario che si occupa di medicina sessuale e riproduttiva, strumenti utili per gestire al meglio il carico emotivo derivante da un attività sanitaria così complessa. Si tratta di un Laboratorio-Teorico Esperienziale sulle emozioni vissute dagli operatori e condotto dalla Prof.ssa Anna Rita Ravenna, Psicologa e Psicoterapeuta di Roma, Fondatrice e Direttrice Didattica dell’Istituto Gestalt di Roma e Firenze.

“L’ASS.A.I. è entrata nel suo terzo anno di vita e continua a crescere con oltre 350 iscritti in tutta Italia, due congressi nazionali alle spalle e molte attività editoriali” spiega il Presidente Nazionale, Prof. Aldo Franco De Rose, Urologo e Andrologo a Genova. “Siamo in continuo fermento, con tante attività già realizzate, alcune in fase di ultimazione e altre in progettazione. E l’evento di Gallipoli ne è la prova. Basta leggere il nutrito programma congressuale per comprendere l’impegno scientifico e culturale della nostra Associazione”. Di particolare interesse la sessione dedicata al crimine e sesso.

I dati parlano chiaro: in Italia oltre il 50% delle donne uccise lo sono per mano del coniuge, del partner o dell’ex partner, e nella maggior parte dei casi c’è stato un precedente stalking per cui non sono state prese le misure necessarie a causa di un sistema penale lento e ancora inadeguato su questo fronte. ”Noi Andrologi viviamo quotidianamente a contatto con gli uomini e la loro intimità, ma sentiamo il bisogno di conoscere meglio questi fenomeni” spiega Lamberto Coppola “perciò abbiamo scelto tre temi scottanti sull’argomento che saranno affrontati da nostri soci, opinion-leader nel settore, tra cui la nota criminologa Roberta Bruzzone,  la psicoterapeuta Maria Luisa Benincasa del Centro per la cura dei Traumi da Abuso e Maltrattamento di Palermo e la genetista forense Marina Baldi di Roma e. 

Ampio spazio sarà dato alla biochimica della riproduzione umana e al tema dello stress ossidativo, non solo attraverso alle interessanti relazioni e letture, ma anche grazie all’allestimento nella sede congressuale del “Bar della Biochimica”, un Bar-Laboratorio curato dal Prof. Eugenio Luigi Iorio medico-biochimico salernitano e Presidente dell’International Observatory of Oxidative Stress il quale spiega che “Assumere le giuste dosi di cibi ricchi di molecole antiossidanti, cioè elementi che riducono l’instabilità delle cellule e aiutano l’organismo a contrastare l’invecchiamento dei tessuti e degli organi, sia il modo migliore per mantenere sana la salute sessuale e riproduttiva dell’uomo e della donna”. La dieta mediterranea, grazie all’alto contenuto di sostanze antiossidanti presenti nei cibi che la caratterizzano, è riconosciuta universalmente come sinonimo di alimentazione sana, varia e bilanciata. Per questo motivo, in questo originale bar, verrà testato dal vivo (…e pare anche degustato nelle pause di lavoro) il potere antiossidante di alcuni prodotti tipici dell’area mediterranea.

Numerose le Letture che illustri ospiti, alcuni dei quali internazionali, presenteranno ai partecipanti. Dal Giappone giungerà a Gallipoli il Prof. Atsumi Yoshida, Direttore del Reproduction Center Kiba Park Clinic di Tokyo per parlare di Stress Ossidativo e Infertilità; dalla Spagna, invece, il Prof. Jaime Gosalvez Berenguer, Ordinario di Genetica all’Universidad Autónoma di Madrid, per descrivere l’anima genetica dello spermatozoo. Parteciperà all’evento anche il Prof. Halim Kosova, uno dei più importanti medici albanesi, ginecologo di Tirana, già Ministro della Sanità Albanese.

Scarica la locandina  

Locandina Congresso Nazionale dell’Associazione Andrologi Italiani

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui