La comunicazione alla Questura relativa ad eventuali affitti brevi sarà obbligatoria entro 24 ore dall’arrivo dell’inquilino. Lo prevede il decreto sicurezza.

Stretta in arrivo sugli affitti brevi. Infatti, un emendamento al decreto sicurezza prevede l’obbligo preciso di comunicare alla Questura le generalità degli inquilini entro 24 ore dal loro arrivo nell’immobile.

Ovviamente però, occorrerà attendere la conversione del decreto in legge, per la sua effettiva entrata in vigore.

Come noto, gli affitti brevi sono contratti di locazione di durata non superiore a 30 giorni. Essi possono essere stipulati da persone fisiche direttamente o tramite intermediari, anche online, compresi quelli che forniscono la biancheria e provvedono alla pulizia dei locali.

Per gli affitti brevi (le sublocazioni e le concessioni in godimento oneroso) stipulati dal primo giugno 2017, in virtù della manovra correttiva 2017, sarà possibile optare per il regime fiscale della cedolare secca.

Quest’ultimo prevede l’applicazione dell’aliquota del 21% in sostituzione dell’Irpef e delle addizionali applicate ai redditi derivanti da questi contratti.

Inoltre, un emendamento al testo iniziale del decreto sicurezza prevede, per gli affitti brevi, l’obbligo di comunicazione alla Questura del Comune in cui è sito l’immobile, nel temine di 24 ore successive all’arrivo.

Ancora, andranno comunicate le generalità dei soggetti che vi alloggeranno. Occorre però attendere la conversione in legge del decreto sicurezza, per avere la certezza che la disposizione che prevede tale obbligo comunicativo entri in vigore.

Inoltre, per adempiere all’obbligo comunicativo nei confronti della Questura occorrerà procedere per via telematica. Questo avverrà compilando e inviando la relativa modulistica preposta.

Questa verrà debitamente aggiornata in virtù delle modifiche apportate dal decreto sicurezza, tramite il sistema della Polizia di Stato “Alloggiati Web”.

 

Leggi anche:

DECRETO SICUREZZA, STRETTA SU PARCHEGGIATORI ABUSIVI E WRITERS

CEDOLARE SECCA: È VALIDA ANCHE QUANDO SI AFFITTA A UNA SOCIETÀ?

IMMOBILE IN AFFITTO PIGNORATO, NON SPETTA AL PROPRIETARIO IL RECUPERO DELLE SOMME DOVUTE

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui