L’Eiopa, a conclusione di un’indagine sulle assicurazioni viaggio, ha richiamato l’attenzione degli operatori sulle criticità emerse sotto il profilo della tutela del consumatore

Eiopa (Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali) ha pubblicato i risultati di un’indagine sulle assicurazioni viaggio, condotta in collaborazione con le Autorità di vigilanza nazionali tra cui l’IVASS.

Il lavoro, finalizzato ad individuare comportamenti degli operatori che possono recare un pregiudizio ai consumatori, ha coinvolto 201 imprese che operano in 29 Paesi europei e che rappresentano, in ogni Paese, almeno il 60 per cento del segmento di mercato in questione. In Italia sono state interessate 14 compagnie di cui 9 italiane e 5 estere.

A conclusione dell’inchiesta, EIOPA ha inviato un Warning alle imprese del settore per richiamare l’attenzione sulle criticità emerse sotto il profilo della tutela del consumatore.

Tra queste, in particolare, sono state rilevate: condizioni di polizza non chiare che contengono esclusioni e limitazioni di copertura poco trasparenti o eccessive; elevati livelli delle commissioni pagate ai distributori (generalmente agenzie di viaggio) che, spesso associati ad un rapporto molto basso tra indennizzi liquidati ai clienti e premi dagli stessi pagati, sono indicatori di uno scarso valore delle polizze per i clienti. 

L’Autorità europea ha anche ricordato che tali modelli di business non sono conformi ai principi della direttiva UE sulla distribuzione assicurativa (IDD), quali l’obbligo di agire nel miglior interesse dei contraenti e degli assicurati, di valutare attentamente le esigenze del contraente e di rispettare gli adempimenti previsti in materia di governo e controllo del prodotto.

EIOPA, quindi, ha annunciato che provvederà, congiuntamente con le Autorità nazionali, a intensificare la vigilanza sulle imprese e sugli intermediari assicurativi operanti “a titolo accessorio”, come le agenzie di viaggio. 

In tal senso l’IVASS fa sapere che, alla luce di queste risultanze, adotterà azioni di vigilanza specifiche sulle assicurazioni viaggio, in coordinamento con EIOPA e le altre Autorità.

Leggi anche:

BOOM DI POLIZZE ASSICURATIVE FALSE, LE RACCOMANDAZIONI DELL’IVASS

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui