Permane l’obbligo del sanitario di non praticare trattamenti contrari a norme di legge o che non rispettino la deontologia professionale o le buone pratiche clinico assistenziali

Il disegno di legge sul biotestamento approvato il 20 aprile dalla Camera dei Deputati sancisce, all’articolo 1, il diritto del paziente di rifiutare i trattamenti sanitari che gli vengono proposti, anche solo in parte, o di revocare il consenso precedentemente accordato alla loro pratica.
Inevitabilmente tale previsione determina la necessità di delimitare la sfera di responsabilità del medico nella gestione del paziente. Il legislatore ha infatti previsto un emendamento in cui si sancisce esplicitamente l’irresponsabilità del sanitario per le scelte libere del malato che decida di non farsi curare.
Se dunque, rispetto a tale questione, il testo dovesse rimanere immutato in seguito al passaggio al Senato, il medico sarà tenuto a rispettare il rifiuto o la rinuncia del suo paziente alle cure e, di conseguenza, andrà esente da qualsivoglia forma di responsabilità, sia civile che penale.
Permane invece la responsabilità per eventuali trattamenti che vengano praticati al paziente, anche con il suo consenso, ma che siano contrari a norme di legge o non rispettino la deontologia professionale o le buone pratiche clinico assistenziali.
Lo stesso emendamento, inoltre, ammette di fatto l’obiezione di coscienza del medico sancendo l’assenza di “obblighi professionali” e quindi la possibilità di rifiutare l’interruzione delle cure qualora il paziente gli chieda, ad esempio,  di sospendere terapie fondamentali per la vita, come la nutrizione e l’idratazione, o addirittura l’interruzione dei macchinari che lo tengono in vita.
In tal caso il sanitario dovrà continuare a farsi carico delle terapie del malato in attesa che un collega lo sostituisca nell’assistenza. La struttura sanitaria, inoltre, essendo tenuta a garantire che le previsioni della legge trovino piena attuazione,  si dovrà adoperare affinché la volontà del paziente venga rispettata.

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui