Sono cinque gli indagati per la morte di un vigile del fuoco di 54 anni, deceduto a Catanzaro dopo che aveva assunto del solfato di bario nella fase di preparazione di un esame con mezzo di contrasto

Cinque persone – tra medici, infermieri e tecnici di laboratorio –  sono state iscritte nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta aperta dalla Procura di Catanzaro per fare piena luce sul decesso di un vigile del fuoco di 54 anni, morto nel nosocomio del capoluogo di provincia calabrese lo scorso 9 settembre. L’uomo, in  base a quanto ricostruito dai media locali, si era recato in una clinica della provincia per sottoporsi a un esame con mezzo di contrasto. Da alcuni giorni, infatti, accusava dei dolori all’addome.Durante la preparazione, tuttavia, dopo aver ingerito il solfato di bario necessario per effettuare l’accertamento, le condizioni del 54enne sarebbero repentinamente peggiorate, tanto da rendere necessario il trasferimento all’ospedale Pugliese-Ciaccio, dove, nonostante il ricovero in Rianimazione, l’uomo è deceduto.

La famiglia, per capire cosa sia accaduto e verificare la sussistenza di eventuali responsabilità sanitarie,  ha deciso di rivolgersi alla magistratura.

La Procura ha quindi aperto un fascicolo sul caso, conferendo l’incarico a uno specialista per lo svolgimento dell’autopsia. Dall’esame necroscopico, in programma presso il Policlinico di Catanzaro, si attendono risposte sulle cause della tragedia. Da valutare, in particolare, se l’assunzione del solfato di bario possa aver avuto effetti nocivi sull’organismo della vittima. Gli esiti della consulenza tecnica sono attesi entro 90 giorni. L’ipotesi accusatoria nei confronti degli indagati, tutti residenti in provincia di Catanzaro, è responsabilità  colposa  per  morte  in ambito sanitario ai sensi dell’art. 590 sexies del codice penale.

Hai vissuto una situazione simile? Scrivi per una consulenza gratuita a malasanita@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

Presunta diagnosi errata, chiesti 18 mesi per morte bambino di sei anni

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui