La pensione di invalidità non è cumulabile con la rendita vitalizia Inail neppure se deriva dallo stesso evento (Cassazione civile, sez. VI, 23/05/2022, n.16594).

La pensione di invalidità, reversibilità o l’assegno ordinario di invalidità liquidati dall’Inps in conseguenza dell’infortunio sul lavoro non è cumulabile con la rendita Inail derivante dal medesimo evento.

La Corte d’appello di Bologna ha confermato la sentenza del Tribunale di Modena, che aveva respinto la domanda dell’assistito volta al riconoscimento della pensione di invalidità di cui alla L. n. 222 del 1984, art. 2, per incompatibilità con la rendita Inail in godimento allo stesso in relazione al medesimo evento infortunistico.

Avverso tale sentenza ricorre l’assistito deducendo illegittimità costituzionale della L. n. 335 del 1995, art. 1 comma 43, per violazione degli artt. 2,3 e 38 Cost., in quanto non consente il cumulo tra rendita Inail e la pensione di invalidità Inps per lo stesso evento invalidante.

Il motivo è manifestamente infondato.

E’ già stato chiarito, sottolineano gli Ermellini, che non suscita dubbi di legittimità costituzionale, in relazione agli art. 2,3 e 38 Cost., la previsione della L. 8 agosto 1995 n. 335, art. 1, comma 43, secondo cui la pensione di invalidità, di reversibilità o l’assegno ordinario di invalidità, la vecchiaia e i superstiti, liquidati in conseguenza di infortunio sul lavoro o malattia professionale, non sono cumulabili con la rendita vitalizia liquidata per lo stesso evento invalidante dall’Inail, sino a concorrenza della stessa.

Solo l’intervento del legislatore, per inderogabili esigenze di contenimento della spesa pubblica e con criteri di gradualità, può introdurre un divieto di cumulo tra prestazioni previdenziali o assistenziali.

Per tali ragioni il ricorso viene rigettato.

Ai sensi del D.P.R. n. 115 del 2002, art. 13, comma 1-quater, viene dato atto della sussistenza dei presupposti processuali per il versamento dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello, ove dovuto, per il ricorso a norma stesso art. 13, comma 1-bis.

Avv. Emanuela Foligno

Leggi anche:

La trasmissione dei dati sensibili ai fini della pensione di invalidità

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui