La Procura del capoluogo di provincia siciliano ha disposto l’esame autoptico per fare chiarezza sulle cause del decesso di una neonata, morta durante il trasferimento dall’ospedale, dove era venuta al mondo. Iscritti nel registro degli indagati diciotto tra medici e infermieri che hanno seguito il caso

La magistratura ha aperto un fascicolo sul decesso di una neonata morta durante il trasferimento dal nosocomio di Canicattì, dove poche ore prima aveva visto la luce, all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.

In base a quanto riportato da Agrigento notizie, la piccola era venuta al mondo giovedì scorso con un cesareo. Temendo per la sua salute, a causa di alcune complicazioni insorte dopo il parto, il medici ne avrebbero disposto il trasferimento presso la struttura sanitaria del capoluogo di provincia, dotata di una Unità di terapia intensiva neonatale. Ma il suo cuore avrebbe smesso di battere prima di arrivare al San Giovanni di Dio.

I genitori hanno presentato un esposto per fare luce sull’accaduto e chiarire se siano ravvisabili eventuali responsabilità.

La Procura ha quindi aperto un’inchiesta disponendo l’autopsia sul corpicino della bimba al fine di acclarare le cause della tragedia. L’accertamento post mortem dovrebbe svolgersi nelle prossime ore, una volta conferito l’incarico al medico legale individuato dal Pubblico ministero.

In vista dell’esame necroscopico sono stati iscritti nel registro degli indagati, come atto dovuto, diciotto tra medici e infermieri che si sono occupati del caso. Gli operatori sanitari, potranno quindi prendere parte alle operazioni peritali con la nomina di un proprio consulente di parte.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

RIDUZIONE DELLO STOMACO, MUORE A DISTANZA DI POCHI MESI: 4 INDAGATI

CADUTA DALLA BARELLA IN PRONTO SOCCORSO, MUORE DOPO DUE SETTIMANE

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui