In caso di sanzione amministrativa, la società di noleggio auto è responsabile in aggiunta a locatario e conducente

Con la sentenza n. 9675/2020, la Cassazione si è pronunciata sul ricorso di una società che si era vista recapitare una cartella di pagamento per violazioni del codice della strada, commesse da conducenti di veicoli che la stessa aveva concesso a noleggio, a breve o lungo termine.

L’azienda sosteneva di non essere tenuta in solido con il conducente al pagamento della sanzione, in quanto la solidarietà sarebbe semmai ravvisabile tra quest’ultimo ed il locatario del veicolo, qualora non vi fosse corrispondenza tra i due. Il Giudice di Pace, in primo grado, aveva respinto questa tesi sostenendo che l’articolo 196 codice della strada, nella ipotesi di noleggio, aggiunge al conducente ed al proprietario, anche il locatario del veicolo, non già sostituisce questo a quello.

Tale ratio decidendi era stata confermata in appello dal Tribunale, che aveva in più ritenuto conforme alla ratio dell’articolo 196 cds la tesi della responsabilità solidale del proprietario in aggiunta a locatario e conducente, anche sulla base dell’argomento che le ipotesi in cui tale solidarietà è esclusa sono tassative, e che nel caso del noleggio v’è estrema variabilità dei soggetti che hanno la disponibilità del veicolo.

Di fronte alla Suprema Corte, la ricorrente eccepiva che l’art. 196 del codice della strada, nel caso di noleggio, renderebbe il locatario responsabile della violazione, quando commessa da un conducente diverso da lui, unitamente a quest’ultimo, ed in sostituzione del proprietario. Questa conclusione sarebbe imposta dalla circostanza che l’ultima parte dell’articolo prevede che, nel caso di noleggio, è il locatario il responsabile solidale, con ciò intendendo dire che lo è in sostituzione del proprietario.

I Giudici Ermellini, tuttavia, hanno ritenuto di non aderire alla tesi dell’impugnante sottolineando come, sulla base della giurisprudenza di legittimità, l’articolo 196 cds, nel ritenere il locatario responsabile in solido con il conducente, non lo sostituisce al proprietario, ma lo aggiunge a quello La ratio di questa interpretazione è di rendere più agevole la posizione della amministrazione che contesta la violazione, poiché nel caso di noleggio “il rapporto di locazione riguarda solo il locatore ed il locatario ed il nominativo di quest’ultimo è noto solo al locatore”. La norma, infatti, intende assicurare, attraverso la titolarità di un diritto adeguatamente e agevolmente accertabile, la possibilità di ottenere il pagamento della sanzione.

La redazione giuridica

Hai vissuto una situazione simile? Scrivi per una consulenza gratuita a redazione@responsabilecivile.it o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

RAMO SULLA STRADA, AUTOMOBILISTA RISARCITO ANCHE CON PATENTE SCADUTA

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui