Stretching e esercizi per riattivare la percezione dei piedi dopo un lungo periodo in casa

Il 4 maggio si avvicina e molti di noi probabilmente usciranno di casa, quanto meno per fare una passeggiata. Dunque, i piedi saranno sottoposti a stress meccanico. Essere rimasti per lungo tempo a casa, potrebbe aver suggerito a tanti di rimanere tutto il giorno in ciabatte! Questo tipo di calzature sono molto comode quando le si indossano per qualche ora tornati dal lavoro, ma non può dirsi lo stesso se indossate per tutto il giorno, per due mesi consecutivi!

Allora, prima di uscire, proviamo a vedere qualche esercizio da fare, utilizzando una comunissima pallina di gomma, per riattivare la percezione del piede e quindi poter godere appieno della passeggiata che andremo a fare.

Buon risveglio!

Es 1) Posiziona la pallina sotto all’avampiede nel punto in cui le dita si “attaccano” al piede. Tenendo il tallone in appoggio ed utilizzandolo come punto fermo, ruota il piede a destra e sinistra facendo scorrervi al di sotto la pallina. Esegui 10 volte.

Es 2) Posiziona la pallina anteriormente al tallone nel punto in cui solitamente inizia l’arco plantare. Con molta cautela schiaccia la pallina con il peso del corpo per 10 volte.

Es 3) Posiziona la pallina come nell’esercizio 1. Questa volta però fai scorrere la pallina sotto tutto il piede muovendolo avanti e dietro per 10 volte.

Es 4) Posiziona la pallina sotto alle dita e prova ad afferrarla come se volessi alzarla dal terreno. Esegui questo movimento per 10 volte.

Ora qualche esercizio di stretching.

Ma ricorda che l’allungamento ha delle caratteristiche ben precise da rispettare come il tempo ed il livello di tensionamento, quindi ti consiglio di leggere il mio articolo dove ne parlo: eseguire degli esercizi di stretching in modo errato è solo una perdita di tempo.

Es 5) Da seduto/a afferra le dita dei piedi e flettile verso di te. In questo modo la fascia plantare va in allungamento. Per aumentare la tensione puoi flettere dorsalmente anche la caviglia.

Es 6) Da in piedi di fronte ad una parete dove posizionerai le mani. Porta in dietro il più possibile un piede poggiando solo dita ed avampiede, a questo punto fai scendere il tallone fino al suolo e sentirai “tirare” i muscoli del polpaccio.

Es 7) Utilizza la stessa posizione dell’esercizio 6 ma porta in dietro un piede della metà rispetto all’esercizio precedente. A questo punto piega entrambe le ginocchia come se ti volessi sedere e sentirai “tirare” il tendine di Achille.

Dr. Paolo Scannavini

pscannavini@gmail.com

Fisioterapista e Kinesiologo

MUSCOLATURA ABDUTTORIA DELL’ARTO INFERIORE, ESERCIZI DI STRETCHING

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui