Condannato alla pena (sospesa) di un anno di reclusione un ortopedico in servizio nel 2013 presso una casa di cura della Capitale. Il dottore, in base a quanto appurato, avrebbe confuso un tumore osseo con una frattura, disponendo un intervento che si è rivelato poi inutile e dannoso

Un anno di reclusione, con sospensione della pena. E’ la condanna inflitta dal Tribunale di Roma a un ortopedico che era finito a giudizio per la morte di un ragazzo di 20 anni. Il professionista, in base a quanto appurato, avrebbe confuso un tumore osseo con una frattura al ginocchio.

La vicenda risale al 2013 quando il giovane, amante del calcetto, aveva cominciato a lamentare un dolore a una gamba. Aveva quindi effettuato una lastra su disposizione del professionista condannato. Questi, esaminando la radiografia, gli aveva diagnosticato la presenza di una frattura del ginocchio, disponendo un intervento che, tuttavia, aveva avuto un effetto devastante.

Come riferisce il Corriere della Sera, infatti, il tumore, fino a quel momento latente, era esploso: da due noduli se ne erano generati dieci.

Un controllo effettuato a giugno aveva evidenziato la presenza di numerose metastasi, rendendo necessaria l’amputazione dell’arto. A distanza di poco più di un anno, il ragazzo, costretto sulla sedia a rotelle, era deceduto.

Prima ancora della morte, la famiglia aveva deciso di denunciare l’accaduto, e la Procura aveva aperto un fascicolo per lesioni colpose. Dopo la scomparsa del 20enne, l’ipotesi di reato era stata aggiornata in omicidio colposo.

Nelle scorse ore, dunque, è arrivata la sentenza di condanna dell’ortopedico. Il Giudice monocratico ha inoltre disposto, a favore dei familiari della vittima, una provvisionale immediatamente esecutiva di 195mila euro. Assolto, invece, l’altro medico imputato, un radiologo che era stato accusato anch’egli di aver visionato le lastre e di aver confermato la frattura.

Credi di essere vittima di un caso di errore medico? Scrivi per una consulenza gratuita a medicolegale12@gmail.com o invia un sms, anche vocale, al numero WhatsApp 3927945623

Leggi anche:

SHOCK SETTICO IN FASCITE NECROTIZZANTE, DUBBI SULL’OPERATO DEI MEDICI

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui