Tre donne medico su 10 hanno subito molestie sessuali nel corso della loro attività professionale. È il dato più eclatante che emerge da un sondaggio condotto dalla rivista americana Jama, the Journal of the American Medical Association, su oltre 1.000 giovani camici bianchi americani.

E se quello sulle molestie è il dato che maggiormente salta all’occhio, non vanno sottovalutati anche altri indicatori che emergono dalla ricerca: il 70% delle donne intervistate ha parlato di pregiudizi di genere, contro il 22% degli uomini. Il 66% delle dottoresse ha affermato di aver sperimentato concretamente il pregiudizio, contro il 10% dei colleghi maschi. E, come detto, il 30% delle dottoresse ha dichiarato di aver subìto vere e proprie molestie sessuali nel corso della propria carriera, contro appena il 4% degli uomini.

La ricerca è stata condotta somministrando interviste a un totale di 1.066 dottori e dottoresse che avevano ricevuto un premio fra il 2006 e il 2009 da parte dei National Institutes of Health, come promettenti medici. Si tratta dunque di professionisti che possono essere considerati a metà carriera, con un’esperienza media di almeno 10 anni, e che hanno un’età media di 43 anni.

Reshma Jagsi, professore associato dell’Università del Michigan e coordinatore della ricerca, ha definito i risultati dello studio un “promemoria che fa riflettere sul fatto che la nostra società deve percorrere una lunga strada prima di raggiungere l’equità di genere. Spesso – ha aggiunto – si pensa che questo tipo di comportamento appartenga al passato. Quindi è abbastanza deludente sapere quante giovani donne riportino molestie e discriminazione”.

Le considerazioni di Jagsi assumono ancor più valore alla luce del fatto che le donne costituiscono ad oggi circa la metà degli studenti delle scuole di medicina. Motivo per cui i ricercatori insistono sull’importanza e sulla necessità di riconoscere e affrontare tanto i pregiudizi inconsci, quanto i comportamenti apertamente inadeguati.

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui