Gli esercizi che interessano gli arti inferiori permettono di consumare molte calorie oltre a garantire una migliore mobilità ed indipendenza

Oggi introduciamo gli esercizi di rinforzo per un nuovo distretto del nostro corpo, iniziamo infatti ad affrontare gli arti inferiori.

Le nostre cosce sono costituite da uno dei muscoli che consuma più energia di tutti: il quadricipite.

Questo muscolo rappresenta il 90% della faccia anteriore della coscia ed è costituito a sua volta da 4 muscoli. La sua funzione è quella di distendere il ginocchio, quindi è quello che ci permette, in sostanza, di alzarci dalla sedia quando siamo seduti.

Utilizzare molto gli arti inferiori ci permette di consumare molte calorie ed ecco perché in palestra gli esercizi come camminare, correre o utilizzare la cyclette sono tra i preferibili per bruciare “grassi”!

Anche se il nostro scopo non è quello di consumare calorie, i prossimi esercizi saranno tra quelli che più ti faranno faticare. Avere degli arti inferiore tonici inoltre permette una migliore mobilità ed indipendenza… in fondo con una buona salute (degli arti inferiori) ed un paio di scarpe nuove puoi girare il mondo: così diceva Mastroianni prima di cantare una famosissima canzonetta.

Vediamo dunque gli esercizi di oggi.

Esercizio 47RM – Un classico per i quadricipiti

Siediti su una sedia ed incrocia le braccia davanti al petto. Ora mettiti in piedi e lentamente siediti cercando di scendere molto lentamente. Esegui questo esercizio per dieci volte consecutive.

Esercizio 48RM – L’esercizio dei numeri

Siediti su una sedia poggiando bene la schiena. Distendi il ginocchio destro e tieni la punta ben tesa in avanti. Ora immagina che tutto il tuo arto inferiore sia una grande matita, il cui alluce rappresenta la punta, e scrivi nell’aria difronte a te i numeri da 0 a 9 per poi tornare indietro da 9 a 0. Esegui lo stesso esercizio senza mai piegare il ginocchio anche dal lato opposto. Tieni bene a mente che più i numeri che andrai a disegnare hanno dimensione maggiore, più l’esercizio diviene faticoso.

Dr. Paolo Scannavini

pscannavini@gmail.com

Fisioterapista e Kinesiologo

Leggi anche:

RESPIRARE, RIDERE, TOSSIRE: IL RUOLO DEL MUSCOLO TRASVERSO DELL’ADDOME

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui