L’incremento servirà a bilanciare, secondo l’agenzia di rating, il basso ritorno degli investimenti dovuto alla diversificazione delle fonti di reddito

I bassi rendimenti garantiti dagli investimenti spingeranno le compagnie assicurative ad aumentare le tariffe delle polizze auto in Italia. E’ quanto prevede l’agenzia di rating Fitch per l’anno a venire, dopo anni di calo, dovuti sia all’uso di sistemi telematici installati nelle vetture che monitorano il comportamento del guidatore, sia alla forte competizione nel settore.

Secondo Fitch nei prossimi mesi l’adozione di tali sistemi telematici si ridurrà, mentre aumenterà  la frequenza dei sinistri. Fattori che favoriranno un’inversione di tendenza sui prezzi delle assicurazioni.  Inoltre, il basso ritorno degli investimenti, che negli scorsi anni sono stati importanti fonti di profitto per le compagnie assicurative, sarà compensato, per l’appunto, dagli aumenti in ambito RC Auto, oltre che dal tentativo di aumentare il volume d’affari legato alle polizze in altri settori, ancora poco diffuse in Italia. Tra queste potrebbero rientrare anche i prodotti di protezione e previdenziali in caso di riduzione del coinvolgimento dello Stato in tale segmento.

L’outlook sul settore, tuttavia, per Fitch rimane stabile.  I bassi tassi, infatti, pur influendo sugli utili, non rappresentano secondo l’agenzia di rating “una minaccia significativa per i bilanci e la solidità patrimoniale delle compagnie assicurative italiane”. Il nuovo scenario vedrà una maggiore diversificazione delle fonti di reddito, con buone aspettative per quanto riguarda redditività e patrimonializzazione. Il tutto, anche a fronte delle forti pressioni a livello normativo per aumentare la trasparenza e rafforzare la concorrenza.

 

 

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui