Il vizio del fumo e l’utilizzo di contraccettivi orali come la pillola aumenterebbero esponenzialmente il rischio di ictus nelle donne

Quali sono i fattori di rischio per l’ ictus nelle donne? Dopo gli 80 anni, le donne colpite da ictus sono il 20% in più rispetto agli uomini. Ma alcune specifiche condizioni rendono il rischio molto più elevato anche nelle fasce di età più giovani.

Secondo gli ultimi dati, infatti, il vizio del fumo e l’utilizzo di contraccettivi orali come la pillola anticoncezionale aumenterebbero l’incidenza di ictus ischemici.

Dal punto di vista epidemiologico, ogni 100.000 donne in età fertile si registrano 4,4 ictus che rappresentano circa l’85% per cento di tutti gli ictus.

Colpite molto anche le donne che soffrono di emicrania con “aura”.

Questi tre fattori costituirebbero un rischio 30 volte maggiore di essere colpite da ictus.

Per la presidente di Alice Italia Onlus, Nicoletta Reale: “8 ictus su 10 possono essere evitati seguendo regole comportamentali e alimentari adeguate”.

Nel corso degli ultimi anni si è evidenziato come fattori esclusivamente femminili (ormoni, gravidanza, parto, menopausa) agiscano a breve, medio e lungo termine sull’incidenza dell’ ictus nelle donne.

Come dichiarato da Valeria Caso, neurologa presso la Stroke Unit dell’Ospedale di Perugia e Presidente dell’European Stroke Organization “secondo una meta-analisi che combina i risultati di più studi precedenti, la pillola anticoncezionale aumenta il rischio ictus di 1,9 volte, facendo salire l’incidenza a 8,5 ictus ogni 100.000 donne”.

Dati non certo irrilevanti.

“Il rischio calcolato rimane basso – aggiunge – una donna ogni 24.000 su quelle che assumono la terapia anticoncezionale. Questo rischio, però, aumenta se le donne oltre ad assumere la pillola, fumano, hanno la pressione alta o hanno una storia di emicrania”.

La prima associazione tra contraccettivi orali e ictus nelle donne risale al 1962 e tutta la comunità scientifica venne sensibilizzata sul tema.

È vero, ci si riferiva alle prime versioni della pillola contenenti alte dosi di estrogeno sintetico, fino a 150 microgrammi, ma è comunque un dato che fa pensare.

Oggi la maggior parte delle pillole anticoncezionali ne contengono appena tra i 20 e i 35 microgrammi e in ogni caso non possono superare i 50 microgrammi.

Si calcola che 1 donna su 5 avrà un ictus nell’arco della sua vita. E, considerando che le donne vivono più a lungo degli uomini, sale la probabilità di averne uno.

“Ben 8 ictus su 10 possono essere evitati seguendo alcune regole comportamentali e alimentari adeguate – dichiara Nicoletta Reale, Presidente di Alice Italia Onlus – uindi, oltre ad uno stile di vita sano, risulta fondamentale per ogni donna che voglia assumere la pillola anticoncezionale consultare il proprio ginecologo per valutare il corretto dosaggio ormonale adatto al proprio profilo”.

 

 

 

 

 

Leggi anche:

ICTUS DAL PARRUCCHIERE, 90 MILA STERLINE DI RISARCIMENTO

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui