La piccola avrebbe accusato un malore a scuola, poco dopo aver mangiato. Trasportata in eliambulanza da Monterotondo a Roma è deceduta la mattina successiva. Aperta un’inchiesta per chiarire le cause della tragedia. Tra le ipotesi degli inquirenti il soffocamento da cibo o una reazione allergica

Una bambina di otto anni è morta al Policlinico Gemelli di Roma dopo aver accusato un malore a scuola a Monterotondo, alle porte della Capitale. Il fatto risale a martedì scorso quando i compagni l’hanno vista diventare cianotica e poi cadere a terra, poco dopo aver pranzato.

La piccola è stata soccorsa in gravissime condizioni. Sul posto è intervenuto il 118. Sembra che quando i sanitari sono arrivati sul posto, con un’ambulanza e un’automedica, la piccola non respirasse. Le sono quindi state praticate le manovre di rianimazione e ventilazione assistita.

La paziente, quindi, è stata trasportata per essere stabilizzata all’ospedale di Monterotondo e poi trasferita in eliambulanza al Gemelli.

I medici hanno tentato in tutti i modi di salvarla, ma mercoledì mattina è sopraggiunto il decesso.

Secondo le prime ipotesi potrebbe trattarsi di un caso di soffocamento da cibo oppure di una reazione allergica. Solo l’esame autoptico, tuttavia, potrà fare chiarezza sulle cause del decesso. 

“Mia figlia stava bene, non riesco a darmi pace per quello che è successo”. Così la mamma della bambina, che ora chiede che venga fatta luce sull’accaduto.

La Procura di Tivoli, a tal fine, ha aperto un fascicolo d’indagine, per ora senza ipotesi di reato, delegando i carabinieri a svolgere ulteriori indagini.  

Intanto le maestre della scuola sarebbero già state ascoltate dagli agenti della polizia locale di Monterotondo, che martedì sono intervenuti non appena hanno sentito il suono dell’ambulanza.

Leggi anche:

PRECIPITATO NELLA TROMBA DELLE SCALE DELLA SCUOLA, MUORE BIMBO DI 6 ANNI

LASCIA UN COMMENTO O RACCONTACI LA TUA STORIA

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui